LA TASSA SUI RIFIUTI (TARI) - ANNO 2016

Chi deve pagare
La TARI deve essere versata in autoliquidazione da chiunque possieda o detenga immobili o aree scoperte operative situate nel territorio del Comune, con vincolo di solidarietà tra i possessori.

Quando si deve pagare
La TARI deve essere versata in due rate di pari importo, con scadenza 31 luglio e 30 settembre. Per le variazioni intervenute in corso d’anno, che incidono sull’ammontare del tributo, il conguaglio deve essere versato entro il 16 dicembre.

Quanto si deve pagare

Utenze domestiche
L’importo dovuto si calcola come somma della quota fissa e della quota variabile.
La quota fissa si ottiene moltiplicando i metri quadri tassabili per la tariffa fissa al metro quadro corrispondente al proprio nucleo familiare, ed applicando le eventuali riduzioni.
La quota variabile è determinata dal Consiglio comunale, in ragione del numero di occupanti.

  Tariffe utenze domestiche 2016

Utenze non domestiche
L’importo dovuto si calcola come somma della quota fissa e della quota variabile.
La quota fissa si ottiene moltiplicando i metri quadri tassabili per la tariffa fissa al metro quadro corrispondente alla categoria, ed applicando le eventuali riduzioni.
La quota variabile si ottiene moltiplicando i metri quadri tassabili per la tariffa variabile al metro quadro corrispondente alla categoria, ed applicando le eventuali riduzioni.

  Tariffe utenze non domestiche 2016

Quando si deve presentare la dichiarazione
La dichiarazione, per l’anno 2016, deve essere presentata sugli appositi modelli messi a disposizione dall’Ufficio, entro il 30 giugno 2017.

  Modello dichiarazione per utenze domestiche
  Modello dichiarazione per utenze non domestiche - categorie catastali A, B, C
  Modello dichiarazione per utenze non domestiche - categorie catastali D, E, F