L’idea

Nasce da un’esigenza: vivere l'esperienza del giro turistico a tappe in modo innovativo e divertente, ma soprattutto riducendo i tempi di spostamento da un sito storico all'altro, permettendo ai partecipanti di visitare più luoghi a parità di tempo. Non è solo un mezzo di trasporto: il monopattino è versatile e di facile utilizzo, leggero e ripiegabile per essere trasportato a spalla, ma soprattutto offre la possibilità di spostarsi in modo ecologico, salutare e divertente. Il monopattino è intuitivo, per tutte le età (sperimentato sul campo fino ai 60 anni), non solo per i bambini e non richiede una preparazione fisica particolare. Costituito da piccole ruote gommate (20-25 cm di diametro, ndr) e manubrio tipico della bicicletta, da una pedana a pochi cm dal suolo su cui appoggiare un piede, mentre l'altro piede funge da propulsore tramite spinta a terra, il monopattino (o kickbike nella versione più grande, ndr), mette in relazione giovani e adulti, bambini e genitori, entrando in sintonia grazie ad un “gioco” che li accomuna, appianando le differenze tra età e stimolando soprattutto i più piccoli che possono osservare i genitori sotto un’altra luce e imitarli nel loro interessamento alla storia. Non richiede protezioni individuali di sicurezza quali caschetto, ecc. (salvo diverse disposizioni, ndr), in quanto avendo quasi sempre un piede a terra è possibile interrompere immediatamente la corsa, o in caso di necessità è sufficiente appoggiare il piede della spinta al suolo e “lasciare” andare il manubrio dalle mani.

Lo svolgimento

Gli incaricati aprono e mettono in sicurezza i monopattini, regolando le altezze in base a età e peso. Viene effettuato un giro di prova per prendere confidenza e verificare che tutti usino il freno in dotazione, oltre a spiegare norme di sicurezza quali la distanza di sicurezza e le manovre di stop. Il tutto è supervisionato da un istruttore qualificato addetto al pattinaggio, settore corsa. Una volta effettuati i preparativi, si parte in fila indiana o a coppie rispettando un itinerario a tappe. Le guide turistiche e i volontari addetti presenziano le varie tappe narrando la storia e fornendo le informazioni storiche del territorio. Gli addetti ai lavori rispettano le postazioni assegnate a capo, sul fianco e dietro la fila a chiudere il corteo, per controllare l’andamento e la risposta dei partecipanti all’attività fisica. Il rolling Tour può essere combinato con il Rap Tour. Diamo una spinta alla storia!

Note tecniche

Gruppi di 15-20 persone, in base alla disponibilità dei monopattini e degli addetti al controllo che devono necessariamente essere abili nello svolgimento dell’attività fisica proposta.

Trasporto e manutenzione dei monopattini.

Scarpe comode.

Bambini e adulti.

Associazione Culturale BE STREET

associazionebestreet@gmail.com

tel. 349 1573506 – 339 3105977