Ermal Meta lunedì 23 maggio alle ore 21 è ospite del Circo di Primavera


Una stagione davvero ricca di appuntamenti e di star quella del Grande Circo di Primavera ad Alba. Dopo Tananai, Francesca Michielin e Mauro Corona, lunedì 23 maggio alle ore 21.00 arriverà anche Ermal Meta, cantautore tra i più apprezzati e seguiti in Italia, vincitore del Festival di Sanremo nel 2018 con la bellissima “Non mi hanno fatto niente”.

Ermal Meta presenterà ad Alba il suo romanzo di formazione edito da La nave di Teseo “Domani e per sempre” in cui l’autore di “Vietato Morire” e “Piccola Anima” va alla ricerca delle sue radici, raccontandoci la storia di Kajan, un ragazzo albanese nato durante la seconda guerra mondiale con un grande talento per il pianoforte che vive gli anni del comunismo e della guerra fredda, portandoci nel cuore dei conflitti del novecento drammaticamente simili a quanto vediamo oggi.

L’assessore al Turismo, eventi e manifestazioni della Città di Alba esprime soddisfazione per il calendario del Grande Circo di Primavera, appuntamenti con ospiti importanti, gratuiti e aperti alla cittadinanza. Il Grande Circo si sta dimostrando un’occasione di aggregazione e socializzazione per la comunità, all’insegna del desiderio di ripartenza dopo i mesi più difficili della pandemia. Oltre agli eventi promossi direttamente dal Comune di Alba, la struttura dotata di impianto audio-luci, sedute e servizi igienici, è a disposizione di tutte le realtà locali per incontri e spettacoli.

L’appuntamento al Circo di Primavera di Alba con Ermal Meta, promosso da Comune di Alba e Banca d’Alba in collaborazione con Collisioni, è in programma lunedì 23 maggio alle ore 21 per una grande serata insieme. L’ingresso è come sempre gratuito, fino ad esaurimento posti. Per prenotare potete scrivere a circodiprimavera@comune.alba.cn.it";>circodiprimavera@comune.alba.cn.it

Valorizzazione dell'architettura e del paesaggio rurale. Domande entro lunedì 23 maggio 2022

Nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, la Regione Piemonte ha pubblicato l’avviso pubblico per la protezione e la valorizzazione dell’architettura e del paesaggio rurale. L’obiettivo è preservare i paesaggi rurali e storici attraverso la tutela dei beni della cultura materiale e immateriale e la promozione di iniziative e attività legate ad una fruizione turistico-culturale sostenibile, dando valore alle tradizioni e alla cultura locale.

Possono presentare domanda le persone fisiche e i soggetti privati profit e non profit, compresi gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti, enti del terzo settore e altre associazioni, fondazioni, cooperative, imprese in forma individuale o societaria, che siano proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo di immobili appartenenti al patrimonio culturale rurale, definiti all’art. 2 dell’avviso pubblico.
I proprietari, possessori o detentori del bene devono impegnarsi a proseguire l’attività oggetto dell’intervento per una durata pari almeno a 5 anni successivi alla conclusione amministrativa e contabile dell’operazione finanziata, mantenendo i vincoli di destinazione per analoga durata.
La titolarità sul bene deve essere antecedente al 31.12.2020.

Gli immobili definiti come architetture rurali devono essere provvisti della dichiarazione di interesse culturale con corrispondente decreto ministeriale ai sensi del D.lgs. n. 42/2004 oppure devono essere costruiti da più di 70 anni ed essere censiti o classificati dagli strumenti regionale e comunali di pianificazione territoriale e urbanistica (ex art 1, comma 5).

Le spese ammissibili comprendono:
 spese per l’esecuzione di lavori o per l’acquisto di beni/servizi, compresi gli impianti tecnici;
 spese per l’acquisizione di autorizzazioni, pareri, nulla osta e altri atti di assenso da parte delle amministrazioni competenti;
 spese tecniche di progettazione, direzione lavori, coordinamento della sicurezza e collaudi, opere d’ingegno, nel limite massimo del 10%;
 imprevisti (se inclusi nel quadro economico);
 allacciamenti, sondaggi e accertamenti tecnici;
 spese per attrezzature, impianti e beni strumentali;
 spese per l’allestimento degli spazi.

Le risorse a fondo perduto vengono assegnate secondo la seguente ripartizione:
fino al 80% delle spese ammissibili, nei limiti massimi di Euro 150.000,00 per soggetto ammissibile
fino al 100% delle spese ammissibili, nei limiti massimi di Euro 150.000,00 per soggetto ammissibile, se il bene è oggetto di dichiarazione di interesse culturale con corrispondente decreto ministeriale ai sensi del D.lgs. n. 42/2004
Non vengono presi in considerazione progetti il cui importo sia inferiore a Euro 10.000,00

Le domande di ammissione possono essere presentate esclusivamente tramite l’applicativo predisposto da Cassa Depositi e Prestiti https://portale-paesaggirurali.cdp.it/ per tutte le Regioni.

Le domande potranno essere inviate fino alle 16:59 del 23 maggio 2022, e saranno istruite e valutate solo fino a concorrenza delle risorse finanziarie disponibili.

Bando integrale e modulistica al seguente link: https://www.regione.piemonte.it/web/temi/cultura-turismo-sport/cultura/protezione-valorizzazione-dellarchitettura-paesaggio-rurale

Estate Lavoro 2022

L’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Alba lancia anche quest’anno il progetto “Estate lavoro” dedicato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, residenti ad Alba.

Il progetto sarà presentato giovedì 26 maggio 2022 alle ore 18.00 al Centro Giovani H-Zone di Alba (Piazza Beausoleil, 1).

Giunto alla diciassettesima edizione, il progetto “Estate lavoro” è curato dall’Informagiovani comunale ed offre ai ragazzi l’opportunità di fare una vera e propria esperienza nel mondo del lavoro. Durante il percorso, i giovani saranno accompagnati da personale qualificato, in tutte le fasi preliminari ed operative e saranno inseriti in azienda attraverso la formula del tirocinio.

Numerosi sono gli ambiti in cui si può fare esperienza: ristorazione, supermercati, aziende di vari settori, uffici, negozi ecc. Gli operatori dell’Informagiovani incroceranno domanda/offerta cercando di assecondare il più possibile i desideri manifestati dai ragazzi e individuando l’opportunità nell’ambito preferito.

L’adesione al progetto prevede il possesso dei seguenti requisiti:
- aver compiuto 16 anni;
- essere residenti ad Alba;
- aver assolto l’obbligo scolastico;
- disponibilità per almeno 2 mesi consecutivi, con un impegno orario da un minimo di 20 ore ad un massimo di 40 ore settimanali.

Per aderire al progetto è necessario contattare l’Ufficio Informagiovani entro il 15 giugno, scrivendo a: informagiovani@comune.alba.cn.it.
In risposta sarà inviata la modulistica da compilare. Poi, seguirà un colloquio conoscitivo per capire meglio le propensioni e i desideri di ciascun candidato, al fine di individuare il tirocinio più consono.

Per ulteriori informazioni:
Ufficio Informagiovani - Via G. Govone, 11 – Alba;
tel. 0173 292348-349;
e-mail: informagiovani@comune.alba.cn.it

Spazzamondo! sabato 4 giugno. Iscrizioni entro il 31 maggio

Anche Alba aderisce alla seconda edizione di “Spazzamondo! Cittadini attivi per l’ambiente”, sabato 4 giugno in oltre 160 Comuni della provincia di Cuneo, in occasione della Giornata mondiale dell'Ambiente.

La raccolta rifiuti abbandonati è promossa e realizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo in collaborazione con Protezione Civile, Anci Piemonte, Uncem Piemonte, Anpci e Cooperativa Erica.

Per partecipare all’iniziativa basta iscriversi come singoli o in gruppo cliccando sul link: https://spazzamondo.it/?utm_source=newsletter-mensile&utm_medium=email&utm_campaign=Luglio-2018.

C'è tempo fino a martedì 31 maggio.


Partecipando a Spazzamondo! si contribuisce a rendere più pulito l’ambiente nella propria città e si aiuta il proprio Comune a vincere uno dei premi in palio.
Inoltre, a tutti i partecipanti sarà consegnato un kit (fino a esaurimento scorte) con: maglietta, cappellino, guanti e pinze per raccogliere i rifiuti.

Ad Alba Spazzamondo! è realizzata dall’Amministrazione comunale in collaborazione con Gazzetta d’Alba che fornirà le zone da ripulire mappate con la collaborazione dei lettori attraverso la campagna social #puliamoalba.
L’1 aprile scorso, infatti, il settimanale ha lanciato #puliamoalba con l’obiettivo di mappare i rifiuti abbandonati tra le vie e le piazze di Alba, dal centro alle periferie, fino alle zone collinari. A tal fine, la testata ha chiesto ai propri lettori di segnalare al giornale le zone con rifiuti e le ha caricate sulla mappa interattiva visibile sul sito www.gazzettadalba.it.

Per Spazzamondo!, il settimanale metterà a disposizione i luoghi registrati grazie alla collaborazione dei lettori. Insieme all’Amministrazione comunale, saranno identificati i punti più opportuni e più adatti da ripulire sabato 4 giugno.

 

*Foto: Fondazione Crc