“Poco vale molto” è il motto 2021 della Giornata mondiale dell’Attività fisica

Il 6 aprile si celebra la Giornata Mondiale dell’Attività fisica. L’Agita Mundo, network internazionale per la promozione dell’attività fisica, ha scelto per il 2021il motto “Poco vale molto”: è importante muoversi un po’ ogni giorno, anche quei giorni in cui non siamo in grado di rispettare il consiglio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità di almeno 30 minuti giornalieri o 150 minuti a settimana di attività fisica. Non si deve rinunciare a un po’ di attività fisica solo perché si pensa di non raggiungere gli obiettivi consigliati.

Il Comune di Alba ha accolto l’invito dell’Asl Cn2 a promuovere questa giornata di sensibilizzazione e a diffondere i materiali e le informazioni consultabili alla pagina https://www.aslcn2.it/6-aprile-2021-giornata-mondiale-dellattivita-fisica/. Investire nella promozione dell’attività fisica deve essere una priorità per tutti, specie in questi mesi di emergenza sanitaria causata dal Covid-19, dove le misure di restrizione stanno determinando una limitazione dei movimenti e una sedentarietà, in alcuni casi, forzata e prolungata, tra smart working e didattica a distanza.

Il sindaco Carlo Bo: “Condividiamo questo messaggio, ancora di più oggi in cui sentiamo il peso delle limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria che hanno cambiato anche il nostro modo di fare attività fisica e sport. Il benessere fisico rimane, però, una delle armi di difesa contro il virus e contro molti problemi di salute. Due sono i capisaldi da non dimenticare: il primo è che è importante muoversi anche poco, ognuno in base alle proprie capacità senza dover essere per forza degli sportivi, il secondo è che lo sport è una buona abitudine che si impara da bambini. La città di Alba è sempre stata dinamica sotto questo profilo, offrendo moltissimi spunti e possibilità, e come amministrazione continueremo a sostenere la pratica sportiva ad ogni livello”.

Sport significa salute, non solo fisica ma anche mentale, e socializzazione, uno degli aspetti che più ci stanno mancando in questi mesi di emergenza sanitaria – commenta Daniele Sobrero, consigliere comunale con delega allo Sport -. Sono molti i progetti che abbiamo in programma, alcuni legati anche al mondo della disabilità. Speriamo di poterli attivare e vivere nuovamente a pieno al più presto. Intanto facciamo nostro l’invito dell’Asl Cn2 a fare dell’attività fisica una abitudine quotidiana irrinunciabile”.

L’attività fisica praticata regolarmente svolge un ruolo protettivo e di primaria importanza nella prevenzione di diverse malattie croniche non trasmissibili come ad esempio malattie cardiovascolari, diabete, ipertensione, obesità. L’Oms pone come obiettivo la riduzione del 15% della prevalenza globale dell’inattività fisica negli adulti e negli adolescenti entro il 2030 e ha pubblicato, nel novembre 2020, le nuove “Linee guida su attività fisica e comportamento sedentario”, che aggiornano e sostituiscono quelle precedenti e nello specifico:

- riprendono le precedenti raccomandazioni riaffermando, e ampliando, tre concetti chiave: praticare un po’ di attività fisica è meglio di niente; qualsiasi tipo di movimento conta; aumentare la quantità di attività fisica svolta contribuisce a trarre maggiori benefici per la salute e il benessere e a contrastare gli effetti dannosi dei comportamenti sedentari;

- aggiornano le raccomandazioni rispetto a quantità (frequenza, intensità e durata) e tipo di attività fisica che dovrebbero svolgere bambini, adolescenti, adulti e anziani;

- offrono, per la prima volta, consigli specifici per le donne in gravidanza, le neo mamme, le persone che convivono con condizioni di disabilità o croniche e indicazioni, di carattere generale, per contrastare la sedentarietà.