L'Amministrazione chiede alla Prefettura la possibilità di installare autovelox lungo la SS 231 in frazione Biglini


Il sindaco di Alba, Carlo Bo, ha presentato richiesta alla Prefettura di Cuneo di far rientrare la SS 231, nel tratto che attraversa il territorio comunale in frazione Biglini, nell’elenco delle strade su cui è consentita l’attività di polizia stradale senza il vincolo della contestazione immediata attraverso l’installazione di autovelox. Il limite in vigore nella frazione sulla statale è di 50 km/h.

Negli ultimi mesi si sono verificati diversi incidenti stradali di cui tre con lesioni personali a pedoni investiti mentre attraversavano la statale usando le strisce pedonali. Uno, a dicembre, è stato particolarmente grave, con due ragazze minorenni travolte e ferite.

Ad aggravare la situazione – spiega il comandante della Polizia municipale Antonio Di Ciancia –, a causa delle modifiche alla viabilità su altre arterie provinciali, anche l’aumento del traffico pesante diretto da Cuneo verso Asti che percorre la SS 231 di Santa Vittoria attraversando i centri abitati, comprese le nostre frazioni Biglini e Mussotto”. L’assessore alla Viabilità Massimo Reggio aggiunge: “Sebbene manchino ancora regole precise per i velox fissi nelle aree urbane, abbiamo voluto fare richiesta al Prefetto come atto concreto per aumentare la sicurezza delle nostre strade e garantire il rispetto dei limiti di velocità, un problema molto sentito anche nel resto della città”.

Rendere il tratto albese della SS 231 più sicuro – conferma il sindaco Carlo Bo - è da sempre una priorità dell’Amministrazione. Siamo certi che gli autovelox possano essere un ottimo deterrente con l’obiettivo di rallentare il traffico e tenere alta l’attenzione degli automobilisti in particolare in prossimità delle aree abitate”.