Servizi Sociali

Il dono itinerante, la staffetta di auguri tra le associazioni della Consulta comunale per il Volontariato di Alba

Si è conclusa in questi giorni un’iniziativa della Consulta comunale per il Volontariato di Alba, ideata come alternativa al tradizionale scambio di auguri natalizi.

Tutto è nato lo scorso dicembre, con la consegna da parte della presidente Wilma Scaglione di un pacchetto regalo ai quattro referenti: Domenico Albesano per l’area “socio-assistenziale”, Loredana Giordano per l’area “culturale e ricreativa”, Vanni Guiducci per l’area “ambiente e protezione civile” e Alessia Mottura per l’area “solidarietà internazionale e intercultura e diritti umani”.

Ai referenti è stato chiesto di consegnare il dono ad un’associazione appartenente alla propria area di intervento, aggiungendo un biglietto con scritto un pensiero, un obiettivo per l’anno nuovo o un augurio personalizzato.

Commenta l’Assessore al Volontariato Elisa Boschiazzo: “L’esigenza di rafforzare i rapporti di conoscenza e di scambio tra le associazioni cittadine aderenti alla Consulta, ha impegnato la presidente Wilma Scaglione nella ricerca di soluzioni creative. Il dono itinerante è stato un modo, semplice ma efficace, per trasformare il dono in un veicolo per far interagire tra loro tante associazioni di volontariato accomunate dagli stessi obiettivi”.

Le Associazioni hanno risposto in modo positivo alla singolare staffetta e, oltre al dono itinerante, l’occasione è servita per consegnare anche altri regali rappresentativi delle rispettive attività associative. I biglietti di auguri più belli sono stati raccolti e condivisi all’interno della Consulta, come testimonianza della buona riuscita dell’iniziativa, che certamente verrà riproposta il prossimo anno.

 

Concorso per gli studenti “Window21 – una finestra sul mondo”. Scadenza 31 gennaio 2021

L’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Alba promuove il concorso “Window21 – Una finestra sul mondo”, aperto i ragazzi degli Istituti Superiori di Secondo grado di Alba.

La prima e la seconda ondata della pandemia hanno influito, in modo più o meno rilevante, sulle nostre vite, sui nostri comportamenti e sul modo di interagire con gli altri. Abbiamo guardato gli amici, gli affetti, il mondo, mantenendo le distanze imposte dall’emergenza sanitaria e allo stesso modo gli amici, gli affetti, il mondo ci hanno guardato da lontano.

La finestra, che dà il nome al concorso “Window21”, diventa quindi simbolicamente un punto di osservazione attiva, passiva e introspettiva: guardare, essere guardato e guardarsi, così come un passaggio di andata e ritorno.

Il concorso è un invito a prendere una matita, un pennello, una macchina fotografica, un cellulare….. e a raccontare come viviamo l’”oggi”, alla luce dell’esperienza vissuta nei mesi scorsi e in quelli che stiamo tutt’ora vivendo. Quali cambiamenti ha prodotto il Covid19 in ognuno di noi e nel mondo che ci circonda? Su che cosa ci ha fatto riflettere? Come ci apprestiamo a guardare al futuro?.

Sono ammesse tutte le tipologie di opere legate alle arti grafiche: disegni, illustrazioni, dipinti, illustrazioni digitali, fotografie, fumetti, collage ecc…. Non sono ammessi video.

Gli elaborati, che potranno essere prodotti singolarmente o in gruppo, saranno valutati tenendo conto dei seguenti aspetti:

  • efficacia nella presentazione del/i quesito/i scelto/i
  • creatività e originalità
  • capacità di stimolare la riflessione e il pensiero critico
  • impatto visivo

Sono previsti tre premi in buoni acquisto di materiale tecnologico e informatico.

1° premio: buono acquisto da € 350

2° premio: buono acquisto da € 250

3° premio: buono acquisto da € 150

Gli elaborati, trasformati in formato digitale e accompagnati dal proprio recapito, dalla scuola di appartenenza e da una breve didascalia descrittiva, dovranno pervenire all’indirizzo informagiovani@comune.alba.cn.it entro il 31 gennaio 2021.

Il concorso fa parte delle proposte formative ed educative pubblicate nei cataloghi “Progetti Scuola” che ogni anno l’Assessorato alle Politiche Giovanili di Alba propone alle scuole di ogni ordine e grado.

Per ulteriori informazioni contattare l’Ufficio Informagiovani

Via G. Govone, 11 – Alba

Tel. 0173 292348-349 informagiovani@comune.alba.cn.it

Attività educative e formative del Comune per le scuole albesi. Realizzato dall’Informagiovani il nuovo catalogo per l’anno scolastico 2020/2021.

Le scuole di Alba stanno ricevendo in questi giorni i cataloghi realizzati dall’Ufficio Informagiovani con le moltissime proposte formative ed educative in programma per il nuovo anno scolastico.

Le proposte, rivolte alle scuole per l’infanzia, alle scuole primarie e a quelle secondarie di primo e secondo grado, sono predisposte dal Comune di Alba, in parte direttamente dai suoi uffici, in parte grazie a collaborazioni con enti pubblici, enti del privato sociale e associazioni del territorio.

Le proposte toccano diverse tematiche:

L’Ufficio Informagiovani e Politiche Giovanili si concentra principalmente sull’orientamento scolastico e professionale, con l’intento di supportare i ragazzi nel momento cruciale della scelta del percorso di crescita e formazione. Tra le attività organizzate ci sono i Saloni dell’Orientamento, i Colloqui Orientativi e gli incontri finalizzati ad acquisire strumenti per una futura ricerca attiva del lavoro.

Sono poi previsti incontri volti a promuovere la mobilità e le opportunità di lavoro e di studio che l’Europa offre ai suoi cittadini.

L’Ufficio Pace propone percorsi volti a far maturare la consapevolezza dello stare bene con se stessi e con gli altri, per favorire lo sviluppo di una cultura della pace attraverso i progetti quali “Emozioni in gioco” per l’infanzia e “Io cresco con gli altri” per la primaria. 

Il Servizio stranieri si occupa di attività legate all’integrazione ed in specifico offre un servizio di informazione, rivolto agli studenti che hanno raggiunto la maggiore età, per dare indicazioni specifiche sulle normative attualmente vigenti. Nell’ambito delle attività del “Tavolo Intercultura” attiva un modulo formativo rivolto agli insegnanti di tutti gli ordini di Scuola.

La Consulta comunale del volontariato, in collaborazione con il Centro Servizi per il Volontariato “Società Solidale”, intende far conoscere, attraverso video e interviste, le associazioni di volontariato presenti sul territorio, con lo scopo di confrontarsi, su queste tematiche, con i giovani e di sollecitarli a diventare volontari attivi.

Il Teatro Sociale sta lavorando alla programmazione degli spettacoli in attesa l’emergenza sanitaria consenta la ripartenza a pieno ritmo delle attività dello spettacolo dal vivo per dare continuità agli spettacoli rivolti alle scuole e al Festival “Il Teatro dei Ragazzi”: punti di forza delle stagioni teatrali.

Il Museo Civico ha ideato percorsi di visita e di approfondimento, differenziati per i vari ordini scolastici, con lo scopo di favorire la conoscenza del territorio dal punto di vista storico-archeologico.

La Polizia municipale propone un percorso rivolto agli alunni della scuola primaria sulle tematiche relative alla conoscenza delle norme sulla circolazione stradale nei centri abitati.

Molte sono inoltre le preziose collaborazioni che l’Ufficio Informagiovani ha messo in atto con altri enti quali: Consorzio Socio Assistenziale Alba Langhe e Roero, APRO Formazione Professionale, Egea, Garante comunale delle personesottoposte a misure restrittive della libertà personale, Caritas Diocesana, Cooperativa Sociale ORSO, Consorzio di Iniziative Sociali e numerose associazioni come: Emergency, Kairon, Deina Torino, Arcobaleno.

Alcuni di questi progetti sono possibili grazie al contributo di Regione Piemonte e Fondazione CRC di Cuneo.

“L’Ufficio Informagiovani – dichiara l’Assessore alle Politiche Giovanili e Cultura Carlotta Boffa - è una realtà molto attiva a livello cittadino. Oltre all’attività di sportello volta a fornire informazioni utili ai giovani, svolge una capillare attività di formazione all’interno delle scuole cittadine. Nonostante la situazione di grande incertezza dovuta all’emergenza pandemica abbiamo deciso, in accordo con le scuole, di presentare i cataloghi Progetti_Scuola 2020-2021 e dare continuità a progetti ormai consolidati. Per alcune delle proposte è prevista fin d’ora la formula da remoto, mentre per altri è già stata prevista una rimodulazione del progetto mantenendo inalterata la finalità del progetto stesso”.

Commenta l’Assessore ai Servizi Sociali e Volontariato Elisa Boschiazzo - “Enti ed Associazioni del territorio, con l’importante sostegno dei volontari, offrono agli studenti di tutte le età la possibilità di prendere parte a laboratori, corsi, iniziative educative e di intrattenimento e molto altro ancora. Si rinnova in questo modo l’impegno a comporre un programma di attività che ha a cuore tematiche come la solidarietà, la formazione dei nuovi cittadini e l’inclusione sociale.”

Novità di quest’anno è che l’ufficio Informagiovani, servizio facente capo all’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Alba, ha cambiato sede trasferendosi, dall’ormai storica HZone, in via General Govone 11 presso gli Uffici della Ripartizione Socio Educativa e Culturale.

Tra le tante attività, l’ufficio supporta nella stesura del curriculum vitae e fornisce informazioni sul mondo del lavoro, sulla formazione e sulla mobilità all’estero.

Gli operatori dell’Informagiovani, nel rispetto delle norme legate all’emergenza sanitaria tutto’ora in corso, ricevono solo su appuntamento: è necessario chiamare i numeri 0173 292348/349 oppure inviare una e-mail a: informagiovani@comune.alba.cn.it

 

Il Salone dell’Orientamento di Alba è digitale

L’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Alba, in collaborazione con gli Istituti Scolastici Secondari di Secondo Grado, da anni organizza il “Salone dell’Orientamento” rivolto alle famiglie e ai ragazzi che si trovano ad affrontare la scelta della Scuola Secondaria di Secondo grado.

Quest’anno il Salone si terrà in modalità digitale. Nel mese di dicembre sul sito del Comune di Alba saranno online le vetrine virtuali di presentazione delle Scuole Superiori albesi.

Brevi video faranno conoscere le caratteristiche salienti di ogni scuola dal punto di vista organizzativo-didattico e sarà possibile partecipare a visite virtuali degli spazi interni e a video interviste con il racconto degli studenti e delle loro esperienze.

Il dépliant 2020/2021 con le date degli incontri di presentazione e le attività di orientamento è online sul sito del Comune di Alba  e sui siti delle singole scuole.

Saranno possibili alcune occasioni di incontro in presenza, su prenotazione e nel pieno rispetto delle restrizioni, per visitare i locali, assistere alle lezioni e rispondere alle domande delle famiglie e dei ragazzi durante gli “open day” (tutte le modalità sono reperibili sul dépliant).

Fin dalla prima edizione il Salone ha avuto come sede il Palazzo Mostre e Congressi e prevedeva incontri di presentazione, tenuti in presenza dai dirigenti scolastici, e stand espositivi allestiti dagli studenti per accogliere le future matricole e le loro famiglie. Nonostante le restrizioni per l’emergenza sanitaria, in accordo con tutti gli Istituti superiori, si è voluto garantire questo importante servizio declinando la modalità consueta in una formula digitale.

“È stata una scelta meditata, sofferta, ma inevitabile – dichiara l’Assessore alle Politiche Giovanili Carlotta Boffa – quella di rinunciare al Salone dell’Orientamento al Palazzo Mostre e Congressi. Con i rappresentati delle Scuole ci siamo incontrati, ne abbiamo discusso e abbiamo individuato la formula che ci è sembrato garantire al meglio l’informazione nel rispetto delle norme vigenti.

Il Comune ha voluto in questo modo garantire, anche quest’anno, un appuntamento importante sia per le scuole e per le famiglie.

Inoltre si sta già lavorando attivamente, con i vari atenei, al Salone dell’Orientamento post-diploma rivolto agli studenti prossimi alla maturità che, quasi sicuramente, avrà anch’esso una formula online”.

 

Il Servizio Stranieri di Alba amplia l’orario di sportello per offrire supporto nelle procedure di emersione lavoro irregolare.

Il Servizio Stranieri del Comune di Alba ha attivato un nuovo servizio per espletare le pratiche previste dal nuovo decreto del Governo per la regolarizzazione dei lavoratori stranieri.

Con l'articolo 103 del Dl 19 maggio 2020 n. 34, il cosiddetto Decreto-Legge Rilancio, sono state infatti introdotte due forme di regolarizzazione dei lavoratori italiani e stranieri impiegati in agricoltura, nella cura della persona e nel lavoro domestico. Con la prima sarà possibile assumere stranieri presenti in Italia o regolarizzare rapporti di lavoro irregolari, mentre la seconda consiste nella concessione di un permesso di soggiorno temporaneo di 6 mesi finalizzato alla ricerca di occupazione nei suddetti comparti.

In entrambi i casi gli stranieri devono risultare presenti nel territorio nazionale ininterrottamente dall'8 marzo 2020. 

Le domande, sia quelle di emersione lavoro irregolare, sia quelle di regolarizzazione del permesso di soggiorno, possono essere presentate fino al 15 agosto 2020 previo pagamento di un contributo forfettario.

Fino al 7 agosto, per fornire informazioni ed espletare le pratiche previste dal Governo, il Servizio Stranieri ha quindi ampliato l’orario delle attività dello sportello, sito nel palazzo Comunale, con due giorni di apertura aggiuntiva, il lunedì ed il venerdì.

Per accedere al servizio, offerto a titolo gratuito, è necessario prendere appuntamento telefonando al numero 0173 292352,  oppure mandare una mail all'indirizzo di posta elettronica: uff.stranieri@comune.alba.cn.it.

Per le richieste ordinarie: informazioni e prima consulenza sugli gli aspetti legislativi che regolamentano l’ingresso e la permanenza dei cittadini extracomunitari nel nostro Paese, il Servizio Stranieri del Comune di Alba è regolarmente aperto, per il momento solo su appuntamento, negli consueti orari di ufficio www.comune.alba.cn.it/uffici-e-serviziorari/uffici-e-servizi-sociali-ed-assistenza-scolastica/servizio-stranieri

Commenta l’Assessore ai Servizi sociali Elisa Boschiazzo: “Un’occasione importante e un servizio molto utile che come Amministrazione siamo felici di poter attivare anche nel nostro Comune, a supporto degli stranieri presenti in città”.