Richiesta di Cremazione

La cremazione è un rito funebre ammesso dalla Chiesa Cattolica. Per il rilascio dell'autorizzazione alla cremazione, tra le altre incombenze alle quali provvede l'impresa di pompe funebri, occorre presentare all'Ufficiale dello Stato Civile del Comune di decesso:

·  dichiarazione in carta libera, resa davanti allo stesso Ufficiale, dalla quale risulti la volontà del coniuge, o in mancanza, del parente più prossimo individuato secondo gli artt. 74 e seguenti del codice civile, che, in assenza di volontà contraria del defunto, intende dare corso alla cremazione della salma del familiare (quando con lo stesso grado di parentela concorrono più parenti, devono firmare tutti la dichiarazione: se ci sono i genitori e nessun figlio devono firmare entrambi i genitori, se ci sono solo figli devono firmare tutti i figli, se ci sono genitori e figli devono firmare tutti, genitori e figli); E' attualmente la via più seguita

·  oppure - dichiarazione in carta libera di volontà di essere cremato, datata e sottoscritta di proprio pugno dall'iscritto alla Società per la Cremazione e convalidata dal Presidente dell'Associazione stessa  mediante attestazione del mantenimento dell'adesione alla stessa fino all'ultimo istante di vita dell'assistito. La SOCREM, avvisata dai familiari del defunto o da un'impresa di pompe funebri, del decesso del suo assistito, si attiva immediatamente e provvede a trasmettere al Comune interessato tutta la documentazione necessaria in suo possesso. L'assistito all'atto della firma della dichiarazione, versa alla SOCREM la quota vitalizia.

·  oppure ancora - disposizione testamentaria. Sconsigliata perché poco pratica; infatti perché il testamento sia valido deve essere pubblicato e registrato.
(ulteriori notizie sulla cremazione vedere il regolamento comunale per l'affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti)

Il Comune di Alba ha da tempo aderito al Consorzio intercomunale per la cremazione (CO.IN.CRE) con sede nel Municipio di Bra - l'Ara Crematoria ha sede nel Cimitero Urbano di Bra.

Le spese di cremazione, con legge 26 del 28/02/2001, sono tornate, tranne che per gli indigenti, a carico dei familiari del defunto, come pure le spese di trasporto, dopo il rito funebre da Alba a Bra; costo della cremazione a Bra €.450,00.

Per cercare di incrementare la poco seguita pratica della cremazione, la Giunta comunale di Alba, in data 30/12/2010 ha deliberato di riconoscere un contributo unico di €.200,00 al familiare (coniuge o parente prossimo ai sensi della vigente normativa) che dimostra di essersi avvalso del servizio di cremazione reso dalla società CO.IN.CRE s.r.l.

Per chiarimenti e informazioni più dettagliate contattare l'Ufficio Stato Civile ai numeri precedentemente indicati;
Per più ampie notizie circa l'eventuale iscrizione alla SOCREM di Bra in Vicolo Fossaretto n.7, telefonare al n. 0172/423186 oppure 347/0172457 dopo le 17,30.

La cremazione è oggi il procedimento funebre più conforme alle norme igieniche, in quanto i moderni forni crematori sono assolutamente non inquinanti; al contrario il cadavere inumato nel terreno può inquinare le falde freatiche e il cadavere tumulato in tomba o loculo, a volte, a causa della corrosione anticipata della cassa di zinco, può provocare fuoriuscite di liquami e miasmi, con conseguenti problemi di carattere igienico-sanitario.
L'Italia, in Europa, è il fanalino di coda per quanto riguarda la cremazione (è attorno al 4%) mentre in altri Stati, forse più moderni, come l'Inghilterra, la percentuale delle persone che si fanno cremare supera il 70%.

Con Legge n.130 del 30/03/2001 recepita dalla legislazione regionale del 09/12/2003 n.33 e n.20 del 31/10/2007 è stata resa possibile, su espressa volontà del defunto, anche la dispersione delle sue ceneri o l’affidamento delle stesse ai famigliari.

La dispersione delle ceneri è consentita, nel rispetto della volontà del defunto, unicamente in aree a ciò appositamente destinate all'interno dei cimiteri o in natura od in aree private. La dispersione in aree private deve avvenire all'aperto e con il consenso dei proprietari e non può, comunque, dare luogo ad attività aventi fini di lucro.
La dispersione medesima, è comunque, vietata nei centri abitati, mentre la dispersione in mare, nei laghi e nei fiumi, è consentita nei tratti liberi da natanti e da manufatti.
In Alba non è stata individuata una zona in natura che si prestazze a questa pratica.

Per ogni altra ulteriore notizia relativa a quanto sopra precisato, si veda:

Regolamento comunale per il servizio dei trasporti funebri

Regolamento comunale per l’affidamento, conservazione e dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti

 

 _______________________________________________________________________

 

alt
Contatta l'ufficio

Indirizzo: Piazza Risorgimento, 1 - Alba
tel. 0173/292439 - 215 - 437
fax 0173/292303
Email: stato.civile@comune.alba.cn.it


Orario dell'ufficio stato civile:

dal martedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30;
sabato dalle ore 8.15 alle ore 12.00;
giovedì apertura pomeridiana dalle ore 14.30 alle ore 16.30

il lunedì dalle ore 8,30 alle 12,00 esclusivamente per denunce di morte o di nascita entro il termine di 10 giorni