Ufficio verbali e occupazione suolo

Competenze
Pagamento sanzioni
Sconto 30%
Comunicazione decurtazione punti
Pratiche occupazione suolo
Approfondimento ricorsi
Approfondimento ruoli 

Competenze

Gestione del sistema sanzionatorio collegato alle attività del Corpo di Polizia Municipale della Città di Alba.

icona_freccia_rossaGestione dei verbali al Codice della Strada, sanzioni, ricorsi, richieste di rimborsi per errati pagamenti, fermi e sequestri dei veicoli, ruoli esattoriali, richieste di rateizzazioni, gestione dei verbali amministrativi diversi dal Codice della Strada, ordinanze ingiunzioni di pagamento, ruoli esattoriali, richiesta di rateizzazione delle sanzioni, sequestri di merce, verbali redatti da altri corpi di polizia ma di competenza comunale....collegamento alla modulistica.

altNOVITA': è possibile visionare on line il fotogramma relativo all'infrazione limiti di velocità accertata nel comune di Alba al seguente link. E' operativa, inoltre, la nuova modalita di pagamento dei verbali tramite carta di credito con una commissione di 1,25%, collegandosi al bandiera inglese1medesimo link ed inserendo targa del veicolo e numero di verbale.

 

icona_freccia_rossa  Dal 1° gennaio 2017 è aperto il punto cassa in via Mandelli, n. 1/A per il pagamento delle sanzioni amministrative gestito dalla società I.C.A. - Imposte Comunali Affini srl. Recapiti tel: 0173/363363 - fax: 0173/223040  e-mail: ica.alba@icatributi.it
Orario al pubblico:

ICAlun-mart-mer-ven dalle ore 08.30 alle ore 14.00

giov dalle ore 08.30 alle ore 12.30 e dalle ore 14.30 alle ore 16.30

sab dalle ore 08.30 alle ore 12.30

 

Insegna Poste ItalianeInoltre è possibile effettuare il pagamento delle sanzioni tramite:BancoPOSTA : compilando il tradizionale bollettino di conto corrente postale n. 14829121  (codice IBAN IT 60  F  07601  10200  000014829121) intestato al Comune di Alba - Comando di polizia municipale serv. tesoreria i indicando nella causale il numero di verbale;

 

altPresso le tabaccherie / ricevitorie convenzionate con lis/lottomatica presenti su tutto il territorio nazionale indicando il codice comune 004003, la targa del veicolo, il numero di verbale o la data dell`infrazione.
La lista delle tabaccherie/ricevitorie del Lotto abilitate al servizio è disponibile sul televideo e alle web page.  I 30 punti convenzionati nel comune di Alba sono i seguenti:

  1. RUSSO STEFANIA PIAZZA RISORGIMENTO 5
  2. RAYMOND PAOLA  VIA VITTORIO EMANUELE 1
  3. STUDIO CAFFE' DI ROCCHI GIULIA PIAZZALE DOGLIOTTI 2/C
  4. ERREFFE S.N.C. DI ABBRUZZESE F. & C CORSO LANGHE 25
  5. BAR SAN FRANCESCO PIAZZA SAN FRANCESCO D'ASSISI 5
  6. SILVER JOHN  CORSO TORINO 6
  7. EDICOLA GIORNALI VIALE GIAMBATTISTA VICO 11
  8. CAFFE' MACCHIATO DI SUGLIANO PAOLA CORSO EUROPA 14/B
  9. EDICOLA PELLEGRINO CORSO CORTEMILIA 10
  10. AGIP MOLINARI IVANO VIA OGNISSANTI 52
  11. FOOD CAFFÈ CORSO MATTEOTTIi 1/B
  12. LO ZODIACO VIA VIVARO 10
  13. COGO DANIELE CORSO BRA 7
  14. DILEMA MARIANNA CORSO PIAVE 33
  15. CASETTA ORNELLA CORSO CORTEMILIA 4/B
  16. CAVALLERO MARIA CRISTINA VIA MAZZINI 2
  17. BONINO MARIO CORSO LANGHE 18
  18. CHIESA RINUCCIA CORSO ITALIA 1
  19. MARCHISIO NICOLETTA STRADA CAUDA 2
  20. PERRONE GIANLUCA GARIBALDI 2
  21. FENOCCHIO ROBERTO VIALE CHERASCA 9
  22. BRUSCO ELISA BRUSCO ELISA RIV.N.13 CORSO CORTEMILIA 131
  23. FERRERO GIOVANNI VIA DARIO SCAGLIONE 24
  24. DACOMO ROBERTO VIA PIERINO BELLI 22/B
  25. FERRERO FIORELLA  PIAZZA ROSSETTI 3
  26. GRASSO SABRINA CORSO UNITA' D'ITALIA 99/B
  27. BARBERO CLAUDIO  STRADA GUARENE 1
  28. BIGLINO DAVIDE  CORSO TORINO 14/B
  29. PICOLLO ANNA CORSO ENOTRIA 28
  30. COLONNA ALESSANDRO - RIV. 24  PIAZZA CRISTO RE 16

 

  • Dall'ESTERO. Per poter eseguire un pagamento internazionale, a mezzo di bonifico, è possibile utilizzare il conto BancoPosta (codice IBAN: IT60 F0760110200000014829121  + codice BIC/SWIFT: B P P I I T R R X X X) intestato al Comune di Alba  indicando nella causale il numero di verbale;

altALBA PIU' SMART, dal 12 agosto 2016 il parcheggio si può pagare anche con l'app SOSTAFACILE.

banner sosta facile

collegamento all'applicazione SOSTAFACILE

   altANCI: sulle "strisce blu" decidono i Comuni

In merito alla regolamentazione della sosta nelle “strisce blu”, in attesa che nella legge delega per il nuovo codice della strada in esame al Parlamento vengano indicati i principi generali a cui i Comuni devono attenersi, l'Associazione Nazionale dei Comuni d'Italia - ANCI ha diramato una nota operativa ...continua a leggere


notaSconto del 30% sul minimo edittale (art. 202 codice della strada).

  • sconto del 30% sul minimo edittale per pagamento entro 5 giorni dal giorno della contestazione o notifica del verbale, oppure 15 giorni nel caso di preavviso;

  • dal 6° al 60° si paga il minimo edittale;

  • NON applicazione dello sconto qualora per la violazione sia prevista la sanzione accessoria della sospensione della patente di guida e/o della confisca del veicolo.

N.B. L'effetto liberatorio del pagamento della sanzione ha piena efficacia nel caso di pagamento totale dell'importo comunicato e nel rispetto dei termini sopra descritti. Nel caso di pagamento insufficiente o tardivo si applica la disciplina prevista dal codice della strada e dal suo regolamento di esecuzione.

Si riporta uno stralcio di quest'ultimo relativo all'argomento:

art. 389, Regolamento di esecuzione del codice della strada - Ricevibilità ed effetti dei pagamenti.

1. Il pagamento effettuato in misura inferiore rispetto a quanto previsto dal codice, non ha valore quale pagamento ai fini dell'estinzione dell'obbligazione.

2. Nei casi di cui al comma 1 la somma versata è tenuta in acconto per la completa estinzione dell'obbligazione conseguente al verbale divenuto titolo esecutivo, e la somma da iscrivere a ruolo è pari alla differenza tra quella dovuta a norma dell'articolo 203, comma 3, del codice, e l'acconto fornito.

3. L'eventuale pagamento, oltre sessanta giorni dalla contestazione o notificazione, ma prima della formazione del ruolo, è pari alla somma dovuta a norma dell'articolo 203, comma 3, del codice, oltre alle spese del procedimento e non dà luogo all'emissione del ruolo stesso. In tal caso deve essere rilasciata quietanza analoga a quella di cui all'articolo 387. La somma riscossa fa parte dei proventi di cui all'articolo 206 del codice, unitamente a quelli riscossi a mezzo dei ruoli di cui all'articolo 27 della legge 24 novembre 1981, n. 689.

icona_freccia_rossaL'ufficio verbali ha anche compenteza in materia di:

  • comunicazione dati della patente di guida in caso di decurtazioni punti
  • ritiro documenti di guida (patente, carta di circolazione)
  • ricorsi amministrativi (Prefetto - Giudice di Pace)
  • rimozione veicoli
  • sequestri fermi

icona_freccia_rossaPratiche occupazioni suolo ed aree pubbliche

  • in caso di esecuzione di lavori edili o stradali,
  • traslochi e altre attività (non commerciali)
  • occupazioni stradali per Associazioni ed Enti ONLUS

collegamento alla sezione modulistica

______________________________________________________________________________________________________

icona_freccia_rossa Approfondimento - Ricorsi    

Un cittadino che riceve un verbale di violazione che prevede una sanzione amministrativa (pagamento di una multa) può opporsi facendo ricorso all'autorità amministrativa o giudiziaria, chiedendo che siano valutate le sue ragioni. 

Ricorso amministrativo 

Per le violazioni al Codice della strada deve essere diretto al Prefetto e inviato tramite raccomandata con ricevuta di ritorno (A.R.) all'indirizzo: Corpo di Polizia Municipale di Alba, pizza Risorgimento n. 1 - 12051 Alba, oppure consegnato personalmente presso l'ufficio Protocollo del Comune di Alba, piazza Risorgimento, n. 1-Alba.
Il termine per proporre ricorso è di 60 giorni dalla data della contestazione o notifica del verbale.

Ricorso giurisdizionale 

Per le violazioni al Codice della strada l'autorità giudiziaria competente è il Giudice di pace. Il ricorso deve essere inviato per posta oppure presentato presso la cancelleria del Giudice, che a seguito dello spostamento degli uffici giudiziari, si è trasferita in ALBA, P.ZZA MEDFORD n. 1 - Telefoni:  Cancelleria Civile  n. 0173.445205 - Cancelleria Penale n. 0173.445208 - Apertura cancelleria:  tutti i giorni lavorativi dalle ore 8,30 alle ore 13,00. Contestualmente al ricorso può essere richiesta la sospensione del provvedimento impugnato; se il Giudice accoglie la domanda l'efficacia del verbale è sospesa fino al pronunciamento e di conseguenza sono sospesi anche i termini per il pagamento.

Dal 1 gennaio 2010 per presentare ricorso al G.d.P. è necessario il pagamento di un contributo unificato nella misura prevista dall’art. 13 D.P.R. n. 115/2002  più spese forfettizzate secondo l’importo fissato dall’articolo 30 dello stesso D.P.R. Per ulteriori precisazioni al riguardo occorre contattare l'ufficio del Giudice di Pace di Alba. 

I due tipi di ricorso sono alternativi, ovvero non si può ricorrere a entrambe le autorità perché il ricorso all'una esclude il ricorso all'altra.
Il termine per proporre ricorso è di 30 giorni dalla data della contestazione o notifica del verbale.

______________________________________________________________________________________________________

icona_freccia_rossaApprofondimento  Ruoli    

Se la sanzione non è stata pagata, il servizio riscossione incaricato dal Comune di Alba emette la cartella esattoriale, che può essere rateizzata facendone richiesta all'agente di riscossione.

Il comune di Alba ha affidato il servizio di riscossione coattiva delle sanzioni accertate in violazione del codice della strada alla società M.T. Spa
Corso Isoardi 32/B - 12038 Savigliano (CN) - Tel. 0172/370542 - Fax 0172/375214 - Numero verde 800 386390 - email: saviglianotributi@maggioli.it  pec: mt.cuneo@legalmail.it.

Le ingiunzioni di pagamento gestite dalla società Gec spa in liquidazione sono state affidate alla nuova società  SORIT - numero verde 800199288  attivo da lun/ven 9.00-18.00 • sab/prefest. 9.00-13
Il contribuente puo' assumere informazioni, controllare la sua posizione debitoria e inviare e.mail o segnalazioni a SORIT direttamente dal sito WWW.SORIT.IT . Sempre dal sito il contribuente puo' in autonomia chiedere le proprie credenziali e visualizzare la propria posizione, puo' inoltre predisporsi in autonomia anche piani di rientro in sei rate se non sono presenti procedure esecutive. E' anche attivo il centralino per i contribuenti dalle 9 alle 12.00 tutti i giorni dal lunedì al venerdì tel. 0544282811. la PEC di SORIT è amministrazione.sorit@pec.it

I Pagamenti possono essere effettuati con diverse modalità:
- Conto Correnti Postale
DENOMINAZIONE SORIT S.P.A. NUMERO C/C 12051421 - Causale: codice fiscale - numero documento

- bonifico alle seguenti coordinate Beneficiario: SORIT S.p.A. - IBAN IT13C0627013181CC0810060501 codice BIC SWIFT CRRAIT2RXXX

-Presso Cassa di Risparmio di Ravenna - Agenzia 2 - Causale: codice fiscale - numero documento


Domande frequenti sui ruoli (FAQ).    
  • Arriva la cartella esattoriale ma la sanzione è stata pagata.

Per prima cosa deve essere verificata sulla ricevuta la data di pagamento della sanzione: 

- se il versamento è successivo al 60 gg. dalla data di notifica del verbale, la cartella esattoriale si è formata regolarmente così come previsto dall’ art. 203, comma 3 CdS, per una somma pari alla differenza tra la metà del massimo della sanzione amministrativa edittale e l’importo pagato, oltre le maggiorazioni previste dall’art. 27 della L. 689/81;

- se il versamento è stato effettuato entro 60 gg. dalla data di notifica, va chiesta la discarica della cartella all'ufficio Ruoli.

  • A chi si può proporre ricorso alla cartella di pagamento.

La materia è regolata dagli artt. 22 e 23 della L. 24.11.1981, n. 689. Il ricorso deve essere depositato presso la cancelleria del Giudice di Pace di Alba piazza Medford direttamente dal ricorrente o da un suo procuratore legale, oppure spedito con plico raccomandato entro 60 giorni dalla notifica. Si ricorre al GdP fino ad un ammontare di € 15.493,71, così come stabilito dall’art 7 del Codice di Procedura Civile. La sentenza del Giudice di Pace è ricorribile in Tribunale. Il D.L. 194/2009 denominato “Milleproroghe” prevede che il procedimento di opposizione innanzi al Giudice di Pace sia soggetto al pagamento del contributo unificato nella misura prevista dall’art. 13 D.P.R. n. 115/2002.


  • Quando chiedere l'annullamento della cartella esattoriale.

La legge prevede che si possa presentare domanda - personalmente o tramite posta - di annullamento in caso di: 
- decesso dell'intestatario della cartella; allegare il certificato di morte 

- titolo esecutivo (verbale di accertamento) non correttamente notificato

  • Perché esistono le maggiorazioni sulla cartella di pagamento.

In caso di pagamento in ritardo e/o mancato pagamento della somma dovuta, l’art. 27 comma 6° della legge n. 689/81 prevede l’applicazione di una maggiorazione di un decimo per ogni semestre a decorrere  da quello in cui la sanzione è divenuta esigibile e fino a quello in cui il ruolo è trasmesso all'esattore.

  • Quando si attivano le azioni Cautelari ed Esecutive ?
    Le attività cautelari ed esecutive possono essere precedute dall'invio di un Sollecito di pagamento che rappresenta, normalmente, il primo atto emesso dall'Agente per la Riscossione dopo la cartella di pagamento. Il sollecito di pagamento ha la funzione di ricordare al contribuente la presenza di debiti, per i quali è già stata effettuata la notifica, ma che risultano ancora inevasi. Si tratta quindi di un invito, in via bonaria, ad effettuare una rapida definizione delle pendenze prima che vengano attivate le azioni di riscossione coattiva. Il documento contiene, oltre al bollettino per il pagamento, la situazione analitica dei debiti a ruolo e delle relative spese accessorie maturate.

Trascorsi 60 giorni dalla notifica della cartella di pagamento, l’Agente per la Riscossione, nel caso in cui non sia stato ancora effettuato il pagamento, può attivare le procedure cautelari/esecutive previste dalla vigente normativa per il recupero delle somme iscritte a ruolo quali, ad esempio:

- Iscrizione di fermo amministrativo su beni mobili registrati: il fermo amministrativo del veicolo rappresenta l'ultima fase della procedura esecutiva prevista dalla Legge per il recupero dei crediti derivanti da obbligazioni previste dalla stessa (tasse, imposte, tributi, canoni, violazioni non pagate nei termini, ecc.). Esso viene applicato ai veicoli che, sulla base delle risultanze del PRA, risultano intestati al contribuente Una volta iscritto, il fermo del veicolo può essere cancellato presso l’Ufficio Pra solo dal diretto interessato.

L'iscrizione del fermo viene sempre preceduta da una comunicazione di preavviso di fermo contenente l'avvertenza che, decorsi 20 giorni, verrà disposta senza ulteriore avviso la effettiva annotazione presso il PRA (Pubblico Registro Automobilistico). Il preavviso di fermo, oltre al dettaglio degli addebiti oggetto dell'intimazione, contiene indicazioni per il pagamento ed ha in allegato il relativo bollettino di versamento. 

Il fermo amministrativo dei veicoli, determina il divieto di circolazione. Gli organi di polizia stradale, in caso di circolazione di veicolo sottoposto a fermo fiscale, elevano verbale di violazione all'art.214 c.8 C.d.S. in relazione all'art.86 c.3 D.P.R.602/73, prevedendo il pagamento di una somma da Euro 731,00 a Euro 2928,00. Copia del verbale d'accertamento sarà trasmesso all’Agente della Riscossione che ha disposto il fermo fiscale per gli atti di sua competenza.
 

  • A chi deve essere richiesta la rateizzazione ?

La rateizzazione della cartella di pagamento deve essere richiesta al Comando di polizia municipale che concederà il beneficio nel caso in cui ricorrano i presupposti di legge.

collegamento alla sezione modulistica

________________________________________________________________________

 Organizzazione del Corpo:

 

alt
Contatta l'ufficio

ufficioverbali@comune.alba.cn.it

Ispettore Alessandro Fracanzani
Istrutt. amm.vo Borgna Elena
tel. 0173 292.275-265

Orario dell'ufficio:

dal martedì al sabato dalle ore 8,30 alle ore 12.30
giovedì dalle ore 14,30 alle ore 16.30