Logo PiedibusCon i nuovi tempi di vita e di lavoro delle persone, con le diverse popolazioni residenti e temporanee che attraversano e vivono la città e con la complessità dei flussi di mobilità che connotano l’ambiente urbano, il traffico della nostra Città sta divenendo sempre più intenso, con particolari picchi concentrati negli orari di ingresso e di uscita delle scuole. Presso le strutture scolastiche infatti, le auto in sosta formano ingorghi tali da rendere la città meno vivibile e più inquinata.
A tale riguardo, l’Amministrazione Comunale, da sempre attenta alla tutela della vivibilità cittadina e dell’ambiente, ha avviato, nelle scuole elementari, il progetto “PIEDIBUS”.


PIEDIBUS

 

Per fare movimento
Imparare a circolare
Esplorare il proprio quartiere
Diminuire il traffico e l’inquinamento
Insieme per divertirsi
Bambini più allegri e sicuri di sè
Un buon esempio per tutti
Svegliarsi per bene e arrivare belli vispi a scuola


Il Piedibus è un autobus umano, formato da un gruppo di bambini, accompagnati da adulti volontari (genitori, parenti, nonni civici, ecc.), con capolinea, fermate, orari e un suo percorso prestabilito (non superiore a 1 km)

Un adulto “autista” davanti e un adulto “controllore” chiude la fila.

I bambini vanno a scuola in gruppo seguendo un percorso in sicurezza stabilito e raccogliendo passeggeri alle “fermate”, predisposte lungo il cammino.

Il Piedibus viaggia col sole e con la pioggia e solo durante l’orario d’ingresso del mattino.

Lungo il percorso i bambini chiacchierano con i loro amici, imparano nozioni utili sulla sicurezza stradale e si guadagnano un po’ d’indipendenza.

Ogni Piedibus è diverso, ciascuno cambia per adattarsi alle esigenze dei bambini e dei genitori.

Aiutare i nostri figli a riappropriarsi del piacere di camminare, fare del sano movimento, apprendere i fondamenti dell’educazione stradale non solo a livello teorico, ma sperimentandoli direttamente e poterlo fare in tutta sicurezza, offrire ai nostri figli un’occasione in più per incontrarsi e socializzare, fare una chiacchierata e risvegliarsi prima di sedersi in aula, ridurre la concentrazione di traffico attorno alle scuole e contribuire a diminuire l’inquinamento atmosferico della nostra città e quindi del nostro bellissimo mondo, tutte proprietà che caratterizzano questo importante Progetto, di cui possiamo elencarvi più nel dettaglio le positività che esso comporta:

Movimento: Il Piedibus dà la possibilità a ognuno di fare del regolare esercizio fisico. E’ dimostrato che i bambini più sono attivi e più diventeranno adulti attivi.
Una patologia in aumento a ritmi preoccupanti nel mondo infantile è l’obesità. Pigri e sovrappeso, i bambini camminano troppo poco.
Solo 15 minuti di tragitto a piedi per andare a scuola può costituire la metà dell’esercizio fisico giornaliero raccomandato.

Sicurezza: I bambini che vanno a scuola con il Piedibus sono parte di un gruppo grande e visibile, sorvegliato da adulti volontari e accompagnato in tutta sicurezza lungo un percorso appositamente scelto. Ciò rassicura i genitori che non si fidano a mandare i loro figli a scuola da soli.

Educazione stradale: Il Piedibus aiuta i bambini ad acquisire “abilità pedonali” e a conoscere il proprio quartiere, in un futuro così, quando l’età permetterà una propria indipendenza, saranno più preparati ad affrontare il traffico e le difficoltà che esso comporta.

Socializzazione: Il tragitto a scuola dà la possibilità ai bambini di parlare e fare nuove amicizie, giungendo così alle lezioni con il buon umore e belli pimpanti.

Ambiente: Ogni tragitto percorso a piedi aiuta a ridurre la concentrazione di traffico attorno alle scuole, aiutando a diminuire l’inquinamento atmosferico e a migliorare l’ambiente a beneficio di tutti.

Respirare meglio: Le ricerche hanno dimostrato che percorrere un breve tragitto in automobile ci espone di più all’inquinamento dell’aria che non andando a piedi. Usando il Piedibus i bambini potranno respirare aria più pulita, consentendo un miglior risveglio ed una migliore concentrazione durante le lezioni.

Sei importanti e fondamentali ragioni che hanno condotto l’Amministrazione Comunale a lanciare tale Progetto anche nelle scuole della nostra Città.

Oltre a proporre l’adesione al Piedibus degli alunni delle scuole coinvolte, l'Amministrazione ha esteso alle famiglie, ai parenti e ai cittadini una richiesta di sostegno di volontariato per l’accompagnamento sicuro dei bambini dal capolinea alla scuola.

In merito alle responsabilità degli accompagnatori, anche supportati da pareri legali autorevoli, possiamo affermare che il servizio di accompagnamento, se svolto a titolo gratuito e volontario, non comporta nessuna responsabilità addebitabile agli accompagnatori.
Esiste la responsabilità personale solo in caso di colpa o addirittura dolo da parte dell'accompagnatore, per esempio, se l'accompagnatore abbandona il gruppo di bambini durante il percorso, se entra al bar e manda avanti i bambini, se fa attraversare la strada su un punto pericoloso senza strisce pedonali etc.
Normalmente gli accompagnatori svolgono questo compito con la "diligenza del buon padre di famiglia" e pertanto a rigor di legge non sono responsabili. Sono assimilabili al genitore che ospita a casa propria un amico del figlio. In caso di incidente deve essere provata la sua non diligenza (lascia a casa da soli i bambini, li fa giocare in locali con prodotti pericolosi etc....)
Purtroppo però il problema della diffidenza e del timore esiste e a volte può essere determinante per la riuscita dell'iniziativa del Piedibus.

In merito, l'Amministrazione Comunale si fa carico di assicurare il gruppo di accompagnatori.

Maggiore dunque sarà la disponibilità offerta, minore sarà l’impegno richiesto a ciascun volontario, a fronte di grandi benefici per i bambini, per la nostra città e per noi stessi.
La chiave di successo del Progetto è dettata da semplici e fondamentali regole da rispettare:
- Puntualità e rispetto degli orari determinati
- Rispetto delle regole comportamentali e degli ordini impartiti dai volontari addetti, al fine di garantire la sicurezza dell’iniziativa.

Sin da ora, si rende noto che il mancato rispetto di tali regole comporterà, come ovvio, il decadimento dell’adesione del bambino al Piedibus.

Grazie al lavoro svolto dall'Ufficio Tecnico Comunale di Alba e dalle numerose adesioni del gruppo dei Volontari, formato non solo dai genitori o parenti dei bambini coinvolti, ma anche dai numerosi "Nonni Civici", è stato dato il via al progetto nelle scuole "Umberto Sacco", "Gianni Rodari" e "Michele Coppino" nelle seguenti date:


Scuola “Umberto Sacco”
dal 24 gennaio 2012

Il percorso seguirà i seguenti itinerari:

I percorsi
Capolinea “OCCHETTI”: partenza ore 8:05
Fermata “MONTEBELLINA”: partenza ore 8:13
Arrivo previsto a SCUOLA: ore 8:22

Capolinea “GORIZIA”: partenza ore 8:07
Fermata “MISURETO”: partenza ore 8:15
Arrivo previsto a SCUOLA: ore 8:22

 

Foto prima giornata Piedibus

I ragazzi - Foto 1   I ragazzi - Foto 2   I ragazzi - Foto 3   I ragazzi in classe    

 

 

Scuola “Gianni Rodari”  dal 25 gennaio 2012

Il percorso seguirà i seguenti itinerari: 

Visualizza i percorsi
Capolinea “SAN CASSIANO": partenza ore 8:05
Fermata “EUROPA": partenza ore 8:15
Arrivo previsto a SCUOLA: ore 8:22


Capolinea “CAUDA": partenza ore 8:12
Arrivo previsto a SCUOLA: ore 8:22

 

Foto prima giornata Piedibus 

 I ragazzi - Foto 1  I ragazzi - Foto 2   I cappellini - Foto 1  I cappellini - Foto 2 

 

 


Scuola “Michele Coppino”
dal 31 gennaio 2012

Visualizza i percorsiIl percorso seguirà i seguenti itinerari: 
               

Capolinea “PERTINACE": partenza ore 8:10 
Fermata "SAVONA”: partenza ore 8:16
Arrivo previsto a SCUOLA: ore 8:22

 
Capolinea “GRASSI": partenza ore 8:12
Arrivo previsto a SCUOLA: ore 8:20

 

Foto prima giornata Piedibus
Al Capolinea     I ragazzi - Foto 1     I ragazzi - foto 2
    I ragazzi - Foto 3      

           

 

 Qualunque modifica ai percorsi verrà comunicata alle scuole e aggiornata su questa pagina web

 

Festa di Primavera maggio 2012 - Piedibus