Resistenza nella memoria 2019

La Città di Alba celebra il 75° anniversario della Libera Repubblica e il 70° anniversario del conferimento della Medaglia d’Oro al Valore Militare con le manifestazioni “Resistenza nella memoria”, organizzate dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Alba, in collaborazione con il Centro Studi di Letteratura, Storia, Arte e Cultura "Beppe Fenoglio" o.n.l.u.s. e le associazioni cittadine.

Il programma di celebrazioni “Resistenza nella memoria” è stato presentato sabato 19 ottobre, nella sala Resistenza del Palazzo comunale di Alba, alla presenza dell’assessore alla Cultura Carlotta Boffa, del presidente dell’A.n.p.i. sezione di Alba Enzo Demaria e di Roberto Cerrato, incaricato dell’Amministrazione per le cerimonie storiche.


Le celebrazioni sono iniziate con gli eventi di settembre 2019:

8 Settembre 2019
Maratona Fenogliana.
Organizzata in collaborazione con il Centro Studi di Letteratura, Storia, Arte e Cultura "Beppe Fenoglio" o.n.l.u.s.

15 settembre 2019
Commemorazione del primo eccidio della Resistenza albese in cui venne fucilato Luigi Rinaldi di Alba.
Ricordo dell’uccisione dei 4 militari del 31esimo Reggimento Fanteria di stanza ad Alba.


E proseguiranno nei mesi di novembre e dicembre 2019 con un fitto calendario di incontri e momenti celebrativi:

Fino al 17 novembre
dal martedì al venerdì 14.30 – 18.30 / sabato e domenica 10.00 – 18.00 - Ingresso libero
Chiesa di San Giuseppe
Testimoni di Pace
Immagini di San Giovani Paolo II in visita ai campi di sterminio e testimonianze della vita del Beato Giuseppe Girotti.
L’esposizione fotografica mette a confronto due grandi testimonianze di pace per l’umanità, collegate dal comune intento volto alla salvezza di vite innocenti. Le immagini del Santo Padre sono gentilmente concesse dall’archivio fotografico del settimanale Famiglia Cristiana e realizzate da Giancarlo Giuliani. Secondo la testimonianza di don Angelo Dalmasso, sacerdote che ha condiviso la detenzione nel campo di sterminio bavarese, Giuseppe Girotti si distinse per la generosità nei confronti degli altri internati e per il suo atteggiamento di apertura e come portatore della parola di Dio.
A cura dell’associazione Centro Culturale “San Giuseppe” e a cura dell’associazione “Beato Padre Giuseppe Girotti”.

Venerdì 1 novembre
ore 15.00
Cimitero monumentale
Santa Messa
In occasione della commemorazione dei defunti, l’Amministrazione comunale di Alba parteciperà alla Santa Messa officiata da S.E. monsignor Marco Brunetti Vescovo di Alba, nel Cimitero monumentale di via Ognissanti.
Dopo il rito liturgico, sarà deposta una corona di alloro sul monumento ai Caduti della prima e della seconda Guerra mondiale, nel “Campo della memoria”.
Si proseguirà con la lettura di un estratto del libro “Se questo è un uomo” di Primo Levi, un momento di riflessione e di ricordo in occasione della giornata dell'Unità nazionale e delle Forze armate del 4 novembre.

Domenica 3 novembre
ore 10.00
Monumento all’Alpino, Parco della Divisione Cuneense Alba
Commemorazione del 4 novembre
Raduno al monumento dell’Alpino per l’onore ai Caduti, in collaborazione con il Gruppo di Alba dell’A.N.A., in ricordo di tutti gli alpini morti in guerra.

Giovedì 7 novembre
ore 21.00
Cinema Moretta di Alba
Rassegna cinematografica “Resistenze di ieri e di oggi” – la Resistenza e le sue declinazioni.
Proiezione del film “Tutti a casa”, scritto e diretto da Luigi Comencini (Italia, 1960).
Difficoltà e drammi della scelta partigiana.
Il film sarà presentato e commentato da esperti cinematografici o da storici.

Martedì 12 novembre
Palazzo Comunale
Esposizione e premiazione del bando di concorso per la commemorazione dei “23 Giorni della Città di Alba 1949-2019”
Esposizione dei manifesti degli studenti della Sezione Grafica e della Sezione Pittorica del Liceo Artistico “Pinot Gallizio” di Alba che hanno partecipato al bando di concorso e premiazione del vincitore.
Il primo classificato vedrà la propria opera utilizzata dal Comune di Alba come manifesto ufficiale della manifestazione e tale opera verrà posta in mostra permanente nel Centro Studi di Letteratura, Storia, Arte e Cultura “Beppe Fenoglio” o.n.l.u.s.

Giovedì 14 novembre
ore 21.00
Cinema Moretta di Alba
Rassegna cinematografica “Resistenze di ieri e di oggi” – la Resistenza e le sue declinazioni.
Proiezione del film “L’Agnese va a morire” con la regia di Giuliano Montaldo (Italia, 1976).
Tratto dal romanzo di Renata Viganò, racconta alcune esperienze partigiane dell’autrice nell’ultimo anno di guerra.
Il film sarà presentato e commentato da esperti cinematografici o da storici.

Domenica 17 novembre
ore 16.00
Sala Consiglio “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale
Settantesimo anniversario della Medaglia d’Oro al Valor Militare
Cerimonia ufficiale nel 70° anniversario del conferimento della Medaglia d’Oro al Valor Militare alla Città di Alba, avvenuta il 13 novembre 1949, alla presenza del primo Presidente della Repubblica Italiana, Luigi Einaudi.
Saranno invitate le città insignite della Medaglia d’Oro al Valor Militare, le istituzioni ai vari livelli, le associazioni combattentistiche, le autorità civili, militari e religiose.
Alle ore 15.30, in piazza Risorgimento, la cerimonia sarà preceduta da interventi musicali della banda “Città di Alba” diretta dal maestro Claudio Taretto.

Domenica 17 novembre
ore 18.00
Cattedrale di Alba
Santa Messa
Funzione in suffragio delle vittime che subirono le rappresaglie avvenute dopo la caduta di Alba il 2 novembre 1944.
In collaborazione con l’associazione “Beato Padre Giuseppe Girotti”.

Giovedì 21 novembre
ore 21.00
Cinema Moretta di Alba
Rassegna cinematografica “Resistenze di ieri e di oggi” – la Resistenza e le sue declinazioni.
Proiezione del film “La rosa bianca – Sophie Scholl” di Marc Rothemund (Germania, 2005).
Un gruppo di coraggiosi giovani universitari tedeschi decide di ribellarsi al nazismo.
Il film sarà presentato e commentato da esperti cinematografici o da storici.

Giovedì 28 novembre
ore 21.00
Cinema Moretta di Alba
Rassegna cinematografica “Resistenze di ieri e di oggi” – la Resistenza e le sue declinazioni.
Proiezione del film “L’armata degli eroi”. Regia di Jean-Pierre Melville (Francia, 1969).
Storia di alcuni “maquis”, resistenti francesi all’occupazione nazista.
Il film sarà presentato e commentato da esperti cinematografici o da storici.

Giovedì 5 dicembre
ore 21.00
Cinema Moretta di Alba
Rassegna cinematografica “Resistenze di ieri e di oggi” – la Resistenza e le sue declinazioni.
Proiezione del film “Valzer con Bashir”, scritto e diretto da Ari Folman (Israele, 2008).
Un soldato israeliano ricorda le sue azioni nella guerra del Kippur.
Il film sarà presentato e commentato da esperti cinematografici o da storici.

Giovedì 12 dicembre
ore 21.00
Cinema Moretta di Alba
Rassegna cinematografica “Resistenze di ieri e di oggi” – la Resistenza e le sue declinazioni.
Proiezione del film “Persepolis” di Marjane Satrapi e Vincent Paronnaud (Francia, 2008).
A Teheran (Iran) nel 1978 Marjane, 8 anni, sogna di essere un profeta che salverà il mondo.
Il film sarà presentato e commentato da esperti cinematografici o da storici.

La memoria della Resistenza
Palazzo Comunale
Il libro della memoria
Nella piena convinzione che la memoria non debba restare lettera morta, ma diventare esperienza di viva partecipazione e condivisione degli ideali di lotta per la libertà, nel Palazzo Comunale un libro bianco sarà messo a disposizione dei cittadini che vogliano lasciare un loro pensiero o ricordo sul tema della Resistenza. L’Amministrazione invita coloro che non potessero intervenire di persona a inviare i propri messaggi, in modo che questo importante anniversario venga celebrato da tutta la comunità.

Contributi comunali sportivi

Attività sportive

Contributi comunali per iniziative sportive

 

Le Associazioni sportive possono richiedere al Sindaco un contributo per una specifica iniziativa o per lo svolgimento dell'attività generale delle Associazioni stesse, anche tramite concessione di strumenti ed attrezzature comunali.

Per quanto riguarda la concessione di strumenti ed attrezzature comunali (quali palco, plance e relativi cavalletti, sedie, transenne, ecc.), anche per una specifica iniziativa rivolta alla Città e ai suoi abitanti, si dovrà farne richiesta scritta, indirizzata al Comune di ALBA - Ripartizione Opere Pubbliche - Ufficio Sport, anche tramite e-mail all'indirizzo f.dirosa@comune.alba.cn.it, specificando l'evento e i materiali richiesti a firma del responsabile dell'evento stesso; sarete in seguito contattati dall'Ufficio preposto.
Il ritiro e la consegna del materiale sono a cura del richiedente.

Relativamente al contributo in denaro , possono beneficiare dei contributi le società, associazioni o enti di promozione sportiva (con un numero di iscritti non inferiore alle dieci unità) che hanno sede nel Comune di Alba, o che svolgono l’attività prevalente nel Comune medesimo, costituita con Statuto registrato o che risultino affiliate ad una federazione sportiva.
La Giunta Comunale, con deliberazione n.352 del 10/10/2019, ha approvato il bando relativo all'erogazione di un contributo economico per l'attività sportiva relativa all'anno sportivo 2019/2020.

 

Le domande per l'ammissione ai benefici dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune entro e non oltre le ore 12:00 del giorno venerdì 15 Novembre 2019, con le modalità descritte nel bando.


Scarica qui il Bando Sport Anno Sportivo 2019-2020
  

Scarica:


1. Domanda per l'ammissione: file pdf  PDF  -  file word  ic word


2. Modulo 1: file pdf  PDF  -  file word  ic word


3. Modulo 2: file pdf  PDF  -  file word  ic word




_______________________________________________________________________ 

alt
Contatta l'ufficio

Indirizzo: Via A.Manzoni 8 - Alba
tel. 0173/292226
fax 0173/366118
Email:  ufficio.sport@comune.alba.cn.it
       m.verda@comune.alba.cn.it  
        b.bellotto@comune.alba.cn.it
 

Orario della Ripartizione Opere Pubbliche:

dal lunedì al giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle 14.00 alle 16.00
venerdì dalle 9.00 alle 11.00
chiuso il sabato

Alba commemora il venticinquennale dall’alluvione del 1994

Dal 2 al 5 novembre 2019, l’Amministrazione comunale di Alba organizza una serie di iniziative per commemorare i drammatici momenti dell’alluvione che venticinque anni fa colpì duramente il territorio, invitando tutti i cittadini a partecipare agli eventi.

Gli appuntamenti iniziano sabato 2 novembre alle ore 11.00 sotto i portici del Palazzo comunale di Alba, con la mostra fotografica “Memorie d’acqua” realizzata dall’associazione “Proteggere Insieme”. L’esposizione rimarrà esposta al pubblico anche domenica e poi sarà visitabile per tutto il mese di novembre all’interno del Palazzo municipale.

Sempre sabato 2 novembre, ma alle ore 14.30 la sala conferenze del Palazzo Mostre e Congressi “G. Morra” in piazza Medford ospita il convegno “25 anni dopo l’alluvione”. Tra gli interventi anche quello del Capo Dipartimento Nazionale Protezione Civile Angelo Borrelli.
A seguire, alle ore 18.00, un corteo partirà da piazza Medford ed arriverà fino al vecchio ponte sul Tanaro in corso Torino, per il lancio di una corona di fiori in ricordo delle vittime dell’alluvione del 1994.

A seguire, domenica 3 novembre alle ore 10.30 nella Cattedrale di San Lorenzo, la Santa Messa in ricordo delle vittime celebrata dal vescovo di Alba monsignor Marco Brunetti, alla presenza delle associazioni di Protezione Civile della città.

Mentre lunedì 4 novembre alle ore 16.30 nella sede della Società Cooperativa E.r.i.c.a. e di Aica, in via Santa Margherita, 26 ad Alba ci sarà l’inaugurazione della stazione meteorologica collegata al sistema Smi (Società Meteorologica Italiana).
Dopo il taglio del nastro seguiranno riflessioni sulla climatologia e testimonianze.

Infine, martedì 5 novembre dalle ore 10.00 nelle scuole di Alba ci sarà l’esercitazione di evacuazione; nei giorni seguenti faranno seguito iniziative formative e informative sui rischi ambientali.

«L’alluvione del 1994 mise a dura prova la città ed il territorio – ricorda l’assessore alla Protezione civile Massimo Reggio - Da allora molte opere di difesa sono state costruite e molto si è fatto, sia in termini di gestione del territorio, sia di organizzazione del sistema di Protezione Civile. A venticinque anni di distanza, le iniziative proposte dall’Amministrazione comunale alla cittadinanza, oltre al ricordo degli eventi e delle vittime di quei terribili momenti e di come gli albesi trovarono la forza di rialzarsi, sono l’occasione per riflettere sull’importanza della sicurezza del territorio e dei cittadini, nonché della sua cura quotidiana, per cui tutti dobbiamo sentirci chiamati a fare la nostra parte. È fondamentale diffondere, soprattutto tra i giovani, la consapevolezza dei rischi ambientali, della loro prevenzione e della gestione delle emergenze. Grazie alla collaborazione con le associazioni di Protezione Civile e di tutte le scuole albesi, questa occasione sarà un momento di formazione, consapevolezza e cultura di tutela e gestione del territorio».

Nell’alluvione del 1994, sul territorio di Alba sono scomparse: Caterina Giobergia e Felicita Bongiovanni morte all’interno della casa di riposo Ottolenghi, Maria Magliano Sobrino e il nipotino Riccardo Sobrino travolti dall’acqua in via Piera Cillario, i coniugi Daniele Vola e Daniela Mascarello sommersi presso la ditta Aimeri, Emiliano Rossano di Macellai travolto dalla piena del Tanaro nella zona del ponte nuovo della tangenziale di Alba, i coniugi Carmine Iannone e Maria Di Paola di Nichelino morti per l’alluvione sulla tangenziale di Alba.

Riflessioni del sindaco Bo nel 75esimo anniversario dei 23 giorni

10 ottobre – 2 novembre 1944: sono i 23 giorni della Repubblica Partigiana di Alba contro l’oppressione fascista e nazista.

Giovani combattenti non ebbero il timore di rischiare la loro vita per consegnarci un mondo di libertà e lo stesso fecero i molti cittadini che li aiutarono proteggendoli.
Dobbiamo continuare a mantenere vivo il ricordo del loro sacrificio e avere come faro del nostro operare il loro esempio: ci sono valori più grandi della vita di ciascuno di noi e dobbiamo difenderli.

Oggi l’Italia è divisa, lacerata da posizioni politiche divise che sembrano non volersi conciliare, che sembrano aver dimenticato lo spirito di servizio che deve essere alla base del nostro operare e delle nostre comunità.

Quei 23 giorni furono una grande esperienza di partecipazione; auspico che questa ricorrenza dei 75 anni rappresenti un momento di riflessione per tutti gli albesi e ci sia da esempio di coesione per realizzare il bene comune.

Il sindaco di Alba
Carlo Bo