Presentati il Comitato di Tappa ed il trofeo “Senza Fine”

Giovedì 30 gennaio in sala Consiglio “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale di Alba è stato presentato il Comitato di Tappa Alba – Sestriere, la penultima del Giro d’Italia con partenza da piazza Risorgimento ad Alba sabato 30 maggio 2020.

A troneggiare sul tavolo dei relatori, il trofeo “Senza Fine”, destinato al vincitore della competizione. Come ha annunciato dal sindaco di Alba Carlo Bo durante la conferenza stampa, la coppa sarà esposta al pubblico sabato 1 febbraio dalle ore 9.30 alle 12.00, nell’androne, all’ingresso del Palazzo comunale, per essere visibile ai cittadini ed ai turisti.

Intanto è stato presentato il Comitato di Tappa composto dal presidente Giulio Abbate, affiancato da Liliana Allena, Roberto Berzia, Marco Scuderi, Marcello Strizzi (referente per le scuole) e Diego Artusio. Questo primo comitato seguirà i rapporti con Rcs e le questioni finanziarie.

Il comitato organizzatore della tappa sarà invece formalizzato prossimamente e si occuperà degli eventi collegati al Giro. Il quartier generale sarà nella sede dell’Ente Turismo con il supporto di Elena Seghesio, per la segreteria. Negli sforzi organizzativi, il comitato sarà affiancato da Ente Turismo Langhe Monferrato Roero, Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, Associazione Commercianti Albesi, Polizia Municipale, altre forze dell’ordine e tutti i volontari che vorranno partecipare a questa grande iniziativa cittadina.

Durante la conferenza sono state fornite alcune anticipazioni sulle prime iniziative collaterali. Nei prossimi mesi la tappa verrà presentata ufficialmente con un grande evento al Teatro Sociale “G. Busca”. Nella stessa serata si celebrerà anche il centenario dalla nascita di Fausto Coppi, con la compagnia teatrale “Quelli dell’Isola” ed il titolo della serata sarà “Volavo con lui”. Mentre, le scuole cittadine saranno coinvolte attraverso il grande concorso “Disegna il Giro”.

«Con la presentazione del Comitato iniziano in città gli eventi collaterali che ci porteranno alla penultima tappa Alba Sestriere del 103esimo Giro d’Italia – ha spiegato il sindaco Carlo Bo - Una tappa importante, bella e molto difficile per i ciclisti, sicuramente decisiva per decretare il vincitore. Nel frattempo, nei mesi scorsi è nata anche una sinergia tra Alba e Sestriere, sui temi del turismo e della gastronomia, che si coronerà con la partecipazione della città della via Lattea a eventi importanti, all’interno della 90esima Fiera del Tartufo bianco d’Alba».

«Momento importante – ha aggiunto il vice sindaco Emanuele Bolla - testimoniato anche dalla presenza qui ad Alba del trofeo “Senza Fine” che ha riscosso grande interesse da parte della cittadinanza. Siamo contenti perché dimostra che la scelta da parte del sindaco di voler ospitare il Giro d’Italia è una scelta vincente».

«Ringrazio il sindaco per la fiducia nell’affidarmi questo importante incarico – ha dichiarato Giulio Abbate, presidente del Comitato di Tappa - Spero di essere all’altezza e di poter organizzare eventi che possano dare risalto a questa tappa che è davvero importante. Già in passato come assessore allo Sport e come persona esterna al Comune, ho seguito le tappe del Giro d’Italia che hanno interessato la città, insieme a tantissimi amici che hanno lavorato con me e che ringrazio».

«Quest’anno la Regione Piemonte ha fatto uno sforzo non indifferente ed il Giro d’Italia tocca tre provincie – ha spiegato Sergio Trossarello, responsabile Rcs in provincia di Cuneo - Il Giro arriva ad Asti venerdì 29 e parte sabato 30 maggio da Alba. La tappa Alba – Sestriere è di 200 chilometri. La partenza è da piazza Risorgimento con la diretta Rai. Il villaggio di partenza sarà presente dalle 9.00 del mattino. La corsa parte da piazza Risorgimento alle ore 11.10. E’ previsto il chilometro zero in Corso Bra. Gli allestimenti saranno in piazza Risorgimento, mentre pullman e squadre saranno in piazza Cagnasso. I corridori percorreranno via Vernazza. Il foglio firme sarà davanti alla Cattedrale di San Lorenzo. 107 sono i chilometri in provincia di Cuneo. Si parte da Alba e si arriva al Colle dell’Agnello. Saranno attraversati Cinzano, Pollenzo, Roreto di Cherasco, Marene, Savigliano, Cavallotta, Costigliole Saluzzo, Brossasco, Frassino, Sampeyre, Casteldelfino, Pontechianale, Chianale, Colle dell’Agnello, Fontgillarde, Molines-en-Queyras, Ville-Vieille, Chateau-Queyras, Arvieux, Col d’Izoard, Cervières, Briançon, Montgènevre, Clavière, Cesana Torinese».