Durante la 89esima Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba dal 5 ottobre al 24 novembre 2019 in città è vietato introdurre, consumare e vendere per asporto bevande in bottiglie o contenitori di vetro e lattine, nelle aree pubbliche e nelle loro immediate vicinanze interessate allo svolgimento di manifestazioni, eventi ed iniziative. Vietata la vendita in vetro e lattine, anche attraverso i distributori automatici.

Giovedì 3 ottobre il sindaco Carlo Bo ha firmato l’ordinanza sul divieto atto a tutelare l’incolumità, l’ordine e la sicurezza pubblica, nonché la vivibilità urbana.

I trasgressori sono sanzionabili con una multa che va da 25,00 euro a 500,00 euro, oltre all’applicazione della misura cautelare del sequestro, finalizzato alla confisca amministrativa delle cose che formano o sono servite alla commissione dell’illecito amministrativo.

Il divieto non vige nel caso in cui:
- la somministrazione e la consumazione delle bevande avvengano all’interno dei locali e delle aree del pubblico esercizio legittimamente autorizzate con l’occupazione di suolo pubblico;
- la vendita di bevande in bottiglie sia in contenitori chiusi e sigillati, incluso il caso di distribuzione di bottiglie negli spazi appositamente allestiti per le manifestazioni, eventi e/o iniziative autorizzate;
- la degustazione la degustazione dei vini avvenga in appositi calici di vetro distribuiti dall’organizzazione degli eventi corredati di appositi contenitori porta calice individuali rilasciati ai possessori di ticket.

I titolari degli esercizi commerciali di somministrazione e vendita ed i promotori delle manifestazioni autorizzate sono obbligati a ripulire e sgombrare, a cura e sotto la propria responsabilità, il materiale accumulato riconducibile all’attività dell’esercizio stesso.