Si è insediato il nuovo Consiglio comunale

Martedì 18 giugno, in una affollata sala “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale di Alba, si è tenuto il primo Consiglio comunale scaturito dalla tornata elettorale del 26 maggio scorso, con la proclamazione del sindaco Carlo Bo. A presiedere la prima parte della seduta è stato Alberto Gatto, consigliere più anziano, ovvero il consigliere che ha conquistato il maggior numero di preferenze nelle scorse elezioni.

Dopo la convalida degli eletti, il neo Sindaco Carlo Bo ha prestato giuramento di osservare lealmente la Costituzione Italiana.

«Dopo dieci anni trascorsi all’opposizione, parlare da sindaco per me è una grandissima emozione – ha dichiarato il Sindaco Carlo Bo davanti al Consiglio – Con dedizione e umiltà cercherò di essere all’altezza del ruolo che ho l’onore e l’onere di ricoprire. Ringrazio i 9.004 albesi che hanno votato il centro destra, ma ricordo e saluto anche i 7.239 elettori del centro sinistra, i 747 del Movimento 5 Stelle e i 647 a sostegno della lista di Lorenzo Paglieri. Il Sindaco è sindaco di tutti e il voto va rispettato, quindi ricorderò sempre che l’opposizione rappresenta quasi la metà della popolazione.». Visibilmente emozionato, il Sindaco Bo ha ringraziato la famiglia e ricordato «chi non c’è più: mio padre, l’amico Pino e l’amico Vincenzo, scomparso da poche settimane».

Durante l’assemblea, il primo cittadino ha presentato al Consiglio e al pubblico i membri della giunta: Emanuele Bolla (vicesindaco), Fernanda Abellonio, Carlotta Boffa, Elisa Boschiazzo, Bruno Ferrero, Marco Marcarino e Massimo Reggio.


A seguire si è tenuta la surroga dei consiglieri nominati in giunta e dei dimissionari: Liliana Allena (lista Per Alba Cirio), Leonardo Prunotto (Forza Italia) e Franco Pensato (lista Carlotta Boffa), sostituiti da Italo Magliano e Gabriele Mutti per la “Lega”, Mario Sandri e Stefania Balocco per “Forza Italia”, Sebastiano Cavalli per “Alba 2019”, Olinto Magara per la lista “Carlotta Boffa”e Nadia Gomba per la lista “Per Alba Cirio”.

Si è, quindi, proceduto all’elezione del presidente del Consiglio, nella persona del consigliere di maggioranza Domenico Boeri, e del consigliere di opposizione Elena Di Liddo, quale vicepresidente.

Il presidente neo eletto Domenico Boeri ha dichiarato: «Ognuno di noi ha una propria storia politica di cui è espressione, ma ciò non sarà ostacolo alla mia ferma volontà di imparzialità ed equidistanza, al fine di garantire una democratica dialettica tra i consiglieri tutti e alla ricerca costante dell’equilibrio. L’aula consigliare è il luogo in cui, attraverso il dialogo e il confronto, si può e si deve contribuire al progresso della nostra comunità. Il mio impegno sarà dedicato alla necessità di garantire i diritti e le prerogative di tutti i consiglieri, nell’osservanza e nel rispetto delle leggi, dello statuto e dei regolamenti».

A seguire, le nomine dei tre consiglieri nella commissione elettorale: quali componenti effettivi Stefania Balocco e Lorenzo Barbero per la maggioranza ed Ester Marello per la minoranza; quali componenti supplenti Maria L’Episcopo e Clelia Vezza per la maggioranza e Fabio Tripaldi per la minoranza.

L’ultimo adempimento formale è stata la composizione della commissione per la formazione elenchi giudici popolari, con i consiglieri Gabriele Mutti per la maggioranza e Claudio Tibaldi per la minoranza.

«Da oggi – ha ricordato il sindaco Carlo Bo - si comincia a lavorare. Dalla mia proclamazione sono trascorsi 15 giorni prima della nomina della giunta perché era giusto ponderare le decisioni e confrontarsi con la squadra, ma nel frattempo la macchina amministrativa non si è fermata e i lavori pubblici in corso sono proseguiti. Durante la legislatura sarà importante il rapporto tra maggioranza e opposizione: auspico una collaborazione leale e proficua nell’interesse della città. L’opposizione, se non demagogica e ideologizzata, ha sicuramente proposte da fare che potranno essere accolte. Sui grandi temi lavoreremo insieme, se vi sarà la possibilità».

Con queste parole, il neo Sindaco Bo ha risposto all’esponente dell’opposizione in Consiglio Olindo Cervella, che era intervenuto in precedenza, sostenendo: «Abbiamo improntato la campagna elettorale su costruttività, correttezza e lealtà e continueremo su questa strada in tutte le sedi. Come pubblici amministratori abbiamo l’obbligo di tutelare le istituzioni, di rappresentarle con dignità e decoro e di operare a difesa e presidio della legalità. L’Amministrazione uscente non aveva alcun conflitto d’interesse; auspico che la nuova Amministrazione sappia fare altrettanto e anche meglio. Ricordo che Alba è uno degli 80 comuni, sugli 8 mila italiani, che non ha debiti grazie alla gestione corretta in passato; l’auspicio è che questo capitale di tutti venga preservato».

Il Consiglio comunale di Alba è formato da:

Consiglieri

1. Carlo Bo – Sindaco
2. Alessandria Elena
3. Balocco Stefania
4. Barbero Lorenzo
5. Boeri Domenico – presidente
6. Cavalli Sebastiano
7. Cavallotto Anna Chiara
8. Cervella Olindo
9. Di Liddo Elena – vice presidente
10. Fugaro Mario
11. Gatto Alberto
12. Gomba Nadia
13. L’Episcopo Maria
14. Magara Olinto
15. Magliano Italo
16. Marano Mario
17. Marello Ester
18. Marengo Gionni
19. Martini Rosanna
20. Mutti Gabriele
21. Sandri Mario
22. Sobrero Daniele
23. Tibaldi Claudio
24. Tripaldi Fabio
25. Vezza Clelia