Rimborso Addizionale Comunale Irpef e contributi sulla Tari

L’Amministrazione comunale di Alba, anche quest’anno ha lanciato due bandi finanziati in gran parte attraverso il risparmio ottenuto con la riduzione dei compensi degli amministratori comunali.

Il finanziamento è anche frutto di un accordo siglato il 20 marzo 2019, tra l’assessore comunale al Bilancio e le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil con le rispettive organizzazioni dei pensionati, a favore delle fasce più deboli della cittadinanza.

Il primo bando riguarda un fondo di 10 mila euro destinato al rimborso dell’Addizionale Comunale all’Irpef versata nel 2018, destinato alle persone in difficoltà secondo l’Indicatore della situazione economica equivalente (I.S.E.E.).

Le domande devono essere presentate dal 15 ottobre al 15 novembre 2019.

Possono presentare richiesta le persone con i seguenti requisiti:
1. essere residenti nel Comune di Alba;
2. avere effettivamente versato l’addizionale comunale all’Irpef al Comune di Alba in riferimento all’anno d’imposta 2018;
3. essere in possesso di un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E.) in corso di validità, non superiore a 19 mila euro. Tale limite è elevato a 20 mila euro in caso di nuclei monoparentali;
4. non essere proprietari o comproprietari di altre abitazioni oltre a quella principale di residenza e relative pertinenze, così come individuate ai fini I.M.U.
Il contributo potrà essere pari all’intera addizionale versata e/o trattenuta per l’anno di imposta 2018 nel caso in cui l’aliquota riferita al reddito del richiedente sia stata dello 0,40%. In caso di aliquota maggiore, il contributo sarà parziale e pari, comunque, allo 0,40% del reddito. L’importo totale dello stanziamento ammontante a 10 mila euro costituisce il limite massimo di spesa sostenibile. Qualora le domande di concessione del contributo presentate entro la scadenza e ritenute ammissibili superino tale importo, le somme saranno erogate in maniera proporzionale, nell’ambito del limite sopra indicato.

La domanda di contributo è personale e dovrà essere presentata da ogni singolo contribuente all’Ufficio Protocollo del Comune, dal 15 ottobre al 15 novembre 2019, utilizzando esclusivamente l’apposito modello reperibile sul sito web del Comune di Alba - http://www.comune.alba.cn.it/.

La consegna delle domande potrà avvenire:
- a mano, esclusivamente presso il Protocollo del Comune di Alba in piazza Risorgimento, 1 (dal martedì al venerdì 8.30-12.30; sabato 8.30-12.00; apertura pomeridiana giovedì 14.30-16.30);
- mediante posta elettronica certificata all’indirizzo: comune.alba@cert.legalmail.it, allegando il modulo di domanda di concessione del contributo debitamente compilato, completo di tutti gli allegati e di firma digitale oppure firma autografa scansionata (farà fede la data e l’ora di ricevimento della mail da parte del sistema).

L’altro bando riguarda un fondo di 14 mila euro per la concessione di contributi sulla tassa rifiuti (Tari) alle persone in difficoltà, secondo l’Indicatore della situazione economica equivalente (I.S.E.E.).

Per presentare domanda bisogna:
1. essere residenti nel Comune di Alba;
2. essere persone fisiche, intestatarie ai fini Tari di una sola utenza domestica relativa all’abitazione di residenza e a un massimo di 3 pertinenze;
3. nessun componente del nucleo familiare deve essere intestatario di altre utenze domestiche Tari sia nel Comune di Alba che in altri comuni;
4. essere in regola, alla data di presentazione della domanda di contributo, con i pagamenti della Tari 2017, 2018 e 2019;
5. non aver ricevuto provvedimenti di accertamento e/o di liquidazione relativi ai medesimi tributi;
6. non beneficiare di altre riduzioni, esenzioni, agevolazioni ovvero contributi a valere sul medesimo tributo, previste con riferimento all’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (Isee);
7. essere in possesso di un Isee in corso di validità, non superiore a 19 mila euro (20 mila euro per i nuclei monoparentali);
8. Il contributo potrà essere pari al 70% della Tari pagata per l’anno 2019 (con riferimento alla sola componente del tributo di spettanza del Comune, al netto dell’addizionale provinciale) in caso di Isee fino a 10 mila euro; potrà essere pari al 50% della Tari in caso di Isee da Euro 10.000,01 ad Euro 15.000,00; infine un rimborso del 25% della Tari pagata per l’anno 2019 è previsto in caso di Isee da Euro 15.000,01 ad Euro 19.000,00 (Euro 20.000,00 in caso di nuclei monoparentali).

Qualora le domande di concessione del contributo presentate entro la scadenza e ritenute ammissibili superino l’importo dello stanziamento pari a 14 mila euro, le somme saranno erogate in maniera proporzionale, nell’ambito del limite sopra indicato.
Per poter essere erogato l’ammontare del contributo dovrà in ogni caso essere superiore a 25 euro.

Le domande di contributo potranno essere presentate, dal 15 ottobre al 15 novembre 2019, pena l’esclusione, utilizzando esclusivamente l’apposito modello reperibile sul sito del Comune di Alba (http://www.comune.alba.cn.it/.

La consegna potrà avvenire:
- a mano, esclusivamente presso il Protocollo del Comune di Alba in piazza Risorgimento, 1 (dal martedì al venerdì 8.30-12.30 sabato 8.30-12.00 apertura pomeridiana giovedì 14.30-16.30);
- mediante posta elettronica certificata all’indirizzo: comune.alba@cert.legalmail.it, allegando il modulo di domanda di concessione del contributo debitamente compilato, completo di tutti gli allegati e di firma digitale oppure firma autografa scansionata (farà fede la data e l’ora di ricevimento della mail da parte del sistema).