Nuove linee di trasporto pubblico dal 5 novembre 2018

L’Amministrazione comunale di Alba insieme all’Agenzia della Mobilità Piemontese ed al Consorzio Granda Bus ha rinnovato la nuova rete del trasporto pubblico in città.

Il nuovo servizio parte lunedì 5 novembre 2018. Mantenendo invariate le tariffe, il sistema passa da tre a sette linee urbane per agevolare ed incrementare gli spostamenti delle famiglie albesi casa-lavoro e casa-scuola e per favorire l’autonomia negli spostamenti dei più giovani e delle persone anziane.

L’obiettivo è incoraggiare l’uso del mezzo pubblico attraverso servizi ripensati e cadenzati sulle esigenze del nuovo assetto di Alba, città dove aumenta sempre più una popolazione che vive o lavora in città e dove l’afflusso dei turisti è ormai pressoché costante tutto l’anno.

Per questo, il nuovo trasporto pubblico garantisce i collegamenti da e verso Alba dalle ore 7.00 alle ore 20.00 e copre zone della città attualmente scoperte come Strada Cauda, Via Vivaro, Via Rorine e l’area commerciale in direzione Vaccheria. Contemporaneamente migliora i collegamenti verso i comuni della conurbazione con il passaggio dei bus cadenzato ogni 60 minuti per Monticello d’Alba, Gallo Grinzane, Ricca, Racca, Vaccheria e Vivaro.

In dettaglio, le sette linee sono: 1. Racca – Strada Cauda (blu); 2. Gallo – Piazza Garibaldi (rossa); 3. Ricca – San Cassiano (gialla); 4. Moretta – Vaccheria (fucsia); 5. Moretta – Vivaro – San Cassiano (marrone); 6. Linea verde gratuita (verde) lungo la circonvallazione cittadina; 7. Monticello – San Cassiano (arancione).
La novità è il potenziamento e cadenzamento del servizio nella Città di Alba. Nel dettaglio sono stai individuati 3 nodi cruciali cittadini dove si concentra, per effetto della nuova rete, una forte disponibilità di corse verso il centro della capitale delle Langhe. Piazza Garibaldi diventa il centro nevralgico dell’intero sistema da dove transiteranno tutte le linee della nuova rete.

Da Mussotto, San Cassiano, Moretta partirà ogni 20 minuti un autobus verso Piazza Garibaldi, in centro storico ad Alba.

In particolare per il collegamento Mussotto – Piazza Garibaldi, la Linea 7 passa in piazza Garibaldi al minuto ’18, la Linea 1 passa in Piazza Garibaldi al minuto ’38, la Linea 4 passa in Piazza Garibaldi al minuto ’58.

Per quanto riguarda il collegamento San Cassiano – Piazza Garibaldi, la Linea 5 direzione Moretta passa al minuto ‘15, la Linea 7 direzione Monticello passa al minuto ’35 e la Linea 3 direzione Ricca passa al minuto ’55.

Per il collegamento Moretta – Piazza Garibaldi, la Linea 4 in direzione Vaccheria passa in Piazza Garibaldi al minuto ’18, la Linea 3 in direzione San Cassiano passa al minuto ’38, la Linea 1 in direzione Racca passa al minuto ’58.

Sul collegamento Piazza Garibaldi – Mussotto, la Linea 1 in direzione Racca passa da piazza Garibaldi al minuto ‘5, la Linea 4 in direzione Vaccheria passa al minuto ’25, la Linea 7 in direzione Monticello passa al minuto ’45.

Per il collegamento Piazza Garibaldi – San Cassiano, la Linea 5 in direzione San Cassiano passa per Piazza Garibaldi al minuto ‘5, la Linea 7 passa al minuto ’25, la Linea 3 passa al minuto ’45.


Per il collegamento Piazza Garibaldi – Moretta, la Linea 3 in direzione Ricca passa da Piazza Garibaldi al minuto ‘5, la Linea 5 in direzione Moretta passa al minuto ’25, la Linea 1 in direzione Strada Cauda passa al minuto ’45.

In sintesi, da Piazza Garibaldi transiteranno:
al minuto ‘5 la Linea 1 direzione Mussotto – Racca, la Linea 3 in direzione Moretta – Ricca e la Linea 5 direzione San Cassiano;
al minuto ’25 la Linea 4 direzione Mussotto – Vaccheria, la Linea 5 direzione Moretta, la Linea 7 in direzione San Cassiano;
al minuto ’45 la Linea 1 direzione Moretta – Strada Cauda, la Linea 3 direzione San Cassiano, la Linea 7 direzione Mussotto – Monticello d’Alba.

«Grazie alla collaborazione con l’Agenzia della Mobilità Piemontese ed il Consorzio Granda Bus – dichiarano congiuntamente il Sindaco di Alba Maurizio Marello e l’Assessore alla Mobilità e Trasporti Rosanna Martini - siamo riusciti a realizzare nella nostra città un vero e proprio sistema di trasporto pubblico moderno e capillare in grado di collegare le diverse zone del territorio albese con il centro di Alba e le zone periferiche. Un sistema pensato per lasciare l’auto in garage durante gli spostamenti quotidiani e prendere l’autobus evitando il problema quotidiano del traffico e del parcheggio andando a scuola e a lavoro. Un servizio strutturato anche per favorire l’autonomia negli spostamenti dei più giovani e degli anziani che hanno così la possibilità di muoversi senza farsi portare. Inoltre, per incentivare l’uso degli autobus ed invogliare il cittadino agli spostamenti con i mezzi pubblici, rimarranno invariate le tariffe e ci sono diverse agevolazioni. La Linea Verde continuerà ad essere gratuita e, grazie al fondamentale contributo della Ferrero, anche la Linea 5 sarà gratuita fino all’1 marzo. Pertanto, ringraziamo l’azienda, ancora una volta vicina alle esigenze del territorio, e tutti i tecnici di Regione Piemonte, Agenzia della Mobilità Piemontese, Comune di Alba e Consorzio Granda Bus che hanno collaborato costantemente per ottenere questo risultato, che ci permette di rendere sempre più moderna questa città».

«Siamo onorati di presentare, insieme al Comune di Alba e con la regia dell'Agenzia della Mobilità, la ristrutturazione delle linee del trasporto pubblico locale ad Alba – commenta Clemente Galleano, presidente del Consorzio Granda Bus -. La revisione punta al potenziamento dei servizi nel Comune di Alba e nelle frazioni, con San Cassiano, Moretta e Mussotto che saranno collegate al centro con corse cadenzate ogni 20 minuti. Inoltre, per la prima volta in provincia di Cuneo, saranno inseriti due bus elettrici che prenderanno servizio nei prossimi mesi nell’area del concentrico. Si tratta di interventi migliorativi che mirano a rendere ancora più comodo e fruibile il servizio, permettendo ad una sempre più ampia fascia di popolazione di viaggiare con i mezzi pubblici, con particolare attenzione alla sicurezza dell’utente e all’ambiente. Ad Alba, inoltre, grazie anche al progetto ‘Bus2Bike’, il bike sharing con biciclette a pedalata assistita che permette la condivisione sul territorio dei mezzi, è stato completato anche il cosiddetto ultimo miglio, ossia il tragitto dalla fermata del bus alla destinazione finale».

«In uno dei primi appuntamenti dopo l’insediamento di questa giunta ad Alba mi venne chiesto di attivare la 4a linea “Ricca-Racca”, da tempo attesa – ricorda Francesco Balocco, Assessore ai Trasporti della Regione Piemonte - Si arrivava da un periodo complesso a causa dei pesanti tagli operati dalla precedente amministrazione. La prima cosa fu di riportare i finanziamenti al TPL agli stessi livelli ante 2013, nonostante le difficoltà di bilancio, scongiurando riduzioni del servizio. Grazie al pregevole lavoro di riorganizzazione svolto in sede di Assemblea di bacino dell’Agenzia della Mobilità Piemontese, che ha portato alla sottoscrizione del patto per la Provincia di Cuneo, oggi finalmente possiamo mantenere questa promessa con una completa revisione e potenziamento del servizio per la città di Alba e il suo territorio. Prossimo passo la riattivazione della Alba-Asti ferroviaria il cui finanziamento aspetta l’approvazione da parte del Governo dell’aggiornamento del Contratto di programma di RFI».

«La riorganizzazione del tpl di Alba è il secondo passaggio concreto, dopo quella su Cuneo, del grande lavoro di ricognizione dello stato del tpl condotto sull’intero bacino cuneese – sottolinea Mauro Calderoni Consigliere di amministrazione dell’Agenzia della Mobilità Piemontese - Abbiamo lavorato per due anni suddividendo la provincia in subambiti e chiedendo alle “7 Sorelle” di farsi carico dell’analisi dei servizi in essere, non solo nelle conurbazioni, ma soprattutto sui territori di riferimento ed abbiamo quindi elaborato rimodulazioni e migliorie. Un grande lavoro politico di condivisione dei presupposti necessari per il rilancio e l’efficientamento del trasporto pubblico nella Granda che ha superato di slancio i campanilismi ed i localismi con un visione moderna e finalmente strategica».

Con l’avvio del nuovo servizio, inoltre, saranno attivate dall’amministrazione comunale numerose misure promozionali al fine di incentivare l’utilizzo dei bus urbani e permettere ai residenti di familiarizzare con le nuove linee del trasporto urbano.

In primo luogo, resteranno invariate le agevolazioni tariffarie attualmente in vigore a favore dei residenti ad Alba: in particolare, potranno godere di sensibili riduzioni sul costo degli abbonamenti i pensionati over 65, i giovani tra i 18 e 25 anni e i nuclei familiari con figli in età scolare, in relazione al numero di figli e, per i nuclei con ISEE inferiore a 14 mila euro, in base anche al reddito; è stata rinnovata anche la convenzione con gli istituti comprensivi sul trasporto gratuito per le scolaresche partecipanti ad attività scolastiche organizzate dal Museo Civico “F. Eusebio” e dal Teatro Sociale “G. Busca”.

Oltre al servizio della Linea Verde, che rimarrà gratuito, dal 5 novembre al 1 marzo 2019, grazie al prezioso contributo di Ferrero S.p.A., sarà possibile viaggiare gratuitamente anche sugli autobus della Linea 5, che garantisce un agile collegamento tra le zone Moretta, via Vivaro e San Cassiano e il centro cittadino.

L’Amministrazione comunale, sempre nell’ottica di favorire il trasporto col mezzo pubblico, grazie ad una stretta collaborazione con il Consorzio Granda Bus, per novembre e dicembre darà l’opportunità di chiedere gratuitamente la tessera Bip personale (costo ordinario 5 euro) per poter viaggiare su tutte le linee cittadine. Inoltre, a coloro che attiveranno in questi due mesi la tessera il Comune accrediterà anche due corse gratuite.

Per ottenere tutte le informazioni relative al nuovo servizio di trasporto urbano, alle tariffe e agevolazioni e, in generale, a tutti i servizi di mobilità sostenibile presenti sul territorio, a novembre e dicembre sarà aperto al piano terra del palazzo Comunale, in Piazza Risorgimento 1, lo Sportello Trasporti, aperto al pubblico tutti i sabati dalle 8.30 alle 12.00 ed il giovedì pomeriggio dalle 14.30 alle 16.00.


Presso tale sportello sarà possibile anche chiedere la tessera Bip personale gratuita, normalmente rilasciata nell’autostazione di Piazzale Dogliotti. Basta presentare un documento di identità, il codice fiscale e una fototessera (per i minorenni la richiesta deve essere presentata dai genitori).

Il nuovo assetto porterà anche un complessivo restyling delle paline e pensiline esistenti. Grazie alla nuova, innovativa grafica ogni fermata sarà munita di un QR Code. Scansionandolo si potranno conoscere in tempo reale i dati sul traffico presente, su eventuali variazioni del percorso e sull’orario di arrivo delle linee.

Prossimamente saranno anche installate, nei punti nodali della rete, delle paline “intelligenti” in grado di dare informazioni in tempo reale al viaggiatore.