“Legrenziana Trio” per "Intorno alla Chitarra"

GUADA 2 2

Venerdì 27 aprile alle ore 21.00 nel coro della Chiesa della Maddalena di Alba il “Legrenziana Trio” formato da Guido Tacchini (flauti dolci), Michele Guadalupi (liuto) e Marco Lorenzi (viola da gamba) con copie di strumenti d’epoca proporrà musica tra Rinascimento e Barocco. In programma brani di Francesco da Milano, Pierre Phalèse, Pierre Attaignant, Diego Ortiz, Fabritio Caroso, Vincenzo Ruffo, Dario Castello, Giovanni Legrenzi, Maurizio Cazzati.

Il tutto nell’evento previsto nell’ambito della dodicesima edizione della rassegna chitarristica “Intorno alla Chitarra”, organizzata dall’As.am.i.mus e dal Civico Istituto Musicale “Lodovico Rocca” di Alba, con la direzione artistica del maestro Ignazio Viola ed il supporto di diversi sponsor pubblici e privati.

La serata sarà aperta da Virginia Rhea Vico e Lorenzo Cerruti, allievi di violino del Civico Istituto Musicale.

Ingresso con tessera As.am.i.mus 5 euro. Per i minorenni adesione gratuita.

La Accademia Legrenziana, gruppo da camera del Centro di Musica Antica di Bergamo, si è specializzata nella esecuzione di musiche italiane ed europee del Seicento e del Settecento. Attraverso la ricerca di un repertorio meno consueto il complesso intende proporre con la dovuta attenzione programmi che hanno avuto una destinazione prevalentemente cameristica. Musiche vocali e strumentali, sacre e profane, costituiscono un materiale che viene costantemente rielaborato e reinventato alla luce delle conoscenze storiche sia per quanto riguarda la prassi esecutiva sia l’uso di strumenti musicali storicamente attendibili.
I musicisti del complesso propongono infatti esecuzioni storicamente informate utilizzando copie di strumenti d'epoca senza la pretesa di ricostruire un ipotetico “autentico suono d'epoca”, bensì di riproporre il più fedelmente possibile un gusto, uno stile, una sonorità di un passato che ci appartiene. Le diverse formazioni del Centro di Musica Antica di Bergamo hanno suonato in numerosissime città d'Italia, Svizzera, Lussemburgo, Francia, Germania e partecipato a importanti stagioni concertistiche e a rassegne specializzate; tra le più significative partecipazioni, vale la pena di ricordare "Musica Pomposa" nella omonima Abbazia, "Arte e Musica Antica" di Lallio, il "Festival Cusiano di Musica Antica", "MusicaEstate" di Pesaro, "Musica in Rocca" di Imola, i concerti alla "Sala Laudamo" di Messina, la "Kammeroper" di Francoforte, il "Festival dei Saraceni" di Mondovì, il Festival di Musica Sacra di Varazze, il Festival SeicentoNovecento di Pescara, Il Festival Bergamo Musica Gaetano Donizetti, i Concerti di Ca’ Rezzonico a Venezia, ecc.

Guido Luigi Tacchini ha conseguito il diploma di Flauto dolce presso il Conservatorio G. Verdi di Milano, il diploma di secondo livello in Didattica della musica presso il Conservatorio “L. Marenzio” di Brescia e il compimento inferiore di trombone presso l’istituto Musicale G. Donizetti di Bergamo. Svolge attività didattica presso le scuole di avviamento musicale nelle associazioni musicali e bandistiche della Provincia di Bergamo. In qualità di strumentista col flauto dolce ha svolto attività concertistiche nelle seguenti formazioni: IX e X festival di Musica sacra di Brescia; Orchestra G. Verdi ne “L’Arca di Noè” di B. Britten; Orchestra “E. Salmeggia” di Bergamo nell’esecuzione de “Osteroratoriun” di J.S. Bach; Ensemble Collinetto; Alta Cappella Schola Cantorum Basilensis Produzione Festival Lodoviciano; Accademia Legrenziana di Bergamo; In quartetto di flauti dolci presso il Nuovo Piccolo Teatro di Milano; Concerti alla Triennale di Milano e al Centro Studi Pistoletto di Biella nel “Trialogo IV” col chitarrista Youval Avital; Ensemble strumentale e vocale “G.B. Moroni”. Con formazione flauto dolce solista in rassegne quali: “Arte e musica in Valsassina” ne “I luoghi dei pellegrini tra le province di Lecco e Como”. Con l’associazione”Wivi” Arte e Musica, concerti nelle province di Varese e di Brescia. Rassegna “Palazzi aperti” organizzata dai maggiori istituti di credito italiani. Rassegna “Concerti nella terra dei Rognoni”, biblioteca di Vedeseta.

Michele Guadalupi ha studiato chitarra sotto la guida di Benvenuto Terzi; in seguito si è dedicato prevalentemente alla ricerca ed esecuzione di musica del periodo rinascimentale e barocco con strumenti d'epoca, nonché alla ricerca e rivalutazione di repertori "minori" ed inconsueti. Ha suonato da solista, in collaborazione con cantanti, altri strumentisti, gruppi vocali e strumentali per importanti Enti e Società concertistiche nelle principali città italiane (quali Milano, Brescia, Venezia, Bari, Genova, Bologna, Torino, Palermo, Messina), della Svizzera italiana e francese (registrando alcuni concerti per la R.S.I.), della Germania e del Lussemburgo ed ha partecipato a numerose rassegne specializzate di musica antica. Con i complessi del Centro di Musica Antica di Bergamo ha registrato due CD, dedicati rispettivamente ad autori napoletani del 700 ed al musicista bergamasco Giovanni Legrenzi. Con l'Orchestra di Mandolini e Chitarre "Città di Brescia" ha registrato due CD dedicati rispettivamente ad autori per mandolino bresciani e bergamaschi. Con il “Pixxicato Quartet” ha inciso un CD dedicato al repertorio originale per quartetto a plettro. Alla attività concertistica affianca quella della ricerca musicologica e di archivio, finalizzata tra l'altro alla valorizzazione del repertorio da camera con chitarra. In tale veste ha presentato in prima esecuzione moderna numerose composizioni da camera di autori noti (quali Donizetti, Mayr, Bellini) e meno conosciuti.

Marco Lorenzi diplomatosi nel 1989 in violino presso l’istituto musicale G. Donizetti di Bergamo prosegue gli studi nello strumento con il M°R.Rozek a Parma e in musica da camera presso la scuola di Fiesole con il M.° G. Garbarino. Successivamente intraprende lo studio della viola con il M.° A. Burattin diplomandosi come privatista nel 1994 presso il conservatorio G. Verdi di Milano e frequentando corsi di perfezionamento con il M.° D. Rossi. Nel 2015 ha conseguito il diploma di viola da gamba presso il Conservatorio di Brescia sotto la guida dei M° V. Ghielmi e C. Pasetto. In qualità di violinista e violista ha collaborato con diverse orchestre e gruppi da camera con cui ha effettuato tournée in Italia, Spagna, Svizzera, Stati Uniti e registrazioni di musiche di Mozart, Durante, Myslivcek, Mayr, Zingarelli, Casella, Toni per le case discografiche Agorà, Fonit Cetra e Nuova Era; col gruppo “Festa rustica” ha registrato un doppio cd con cantate di Vallotti per la rivista Amadeus in uscita nell’aprile 2010. Nel 2007 ha preso parte con l’”Omnia Symphony Orchestra” alla registrazione di un doppio album con il gruppo pop “I Nomadi” oltre a varie partecipazioni a progetti musicali crossover in ambito rock. Opera come educatore e conduttore presso il centro “La nota in più” di Bergamo (musicoterapia orchestrale con disabili secondo il metodo “Esagramma”) ed è docente di ruolo di ed. musicale presso la scuola media “D. Alighieri “ di Ponte S. Pietro.


Ultimo appuntamento:
venerdì 4 maggio
Savona strings trio
Mandolino e chitarre


Ulteriori informazioni:
https://asamimus.wordpress.com/
tel. 0173 290970

 

 

 >> vai all'elenco completo delle notizie in primo piano