Alba ha ospitato la “Rappresentanza della Conferenza dei Sindaci” dell’Atc

Atc Piemonte Sud 02 2018 GDivino 0

Giovedì 1 febbraio 2018 la sala della Resistenza del Palazzo comunale di Alba ha ospitato la terza seduta della “Rappresentanza della Conferenza dei Sindaci” dell’Atc (Agenzia Territoriale per la Casa) Piemonte Sud per le provincie di Cuneo, Asti ed Alessandria.

Ad aprire l’incontro è stato il Sindaco di Alba presente all’evento insieme al vice sindaco e assessore alle Politiche sociali dello stesso comune, accanto ad altri sindaci ed assessori degli altri enti coinvolti: Cuneo, Bra, Fossano, Savigliano, Mondovì, solo per citarne alcuni.

Durante la mattinata sono state affrontate diverse questioni relative agli alloggi di edilizia residenziale pubblica nelle diverse provincie di competenza. In primis, la scarsità di risorse da destinare all’incremento delle abitazioni sociali e alla manutenzione straordinaria in un periodo di crisi in cui l’emergenza casa è aumentata esponenzialmente negli ultimi anni e ci sono molti appartamenti non assegnabili per impossibilità di manutenzione.

Emerse anche la necessità di rivedere i criteri di assegnazione e l’esigenza di controlli più frequenti sulla reale occupabilità da parte degli effettivi assegnatari. Importante anche il controllo sul possesso dei requisiti a distanza di anni dall’assegnazione e la possibile trasferibilità verso alloggi più piccoli quando il nucleo assegnatario si riduce.

All’incontro il presidente ha comunicato che nel novembre scorso il Consiglio di Amministrazione dell’Atc ha approvato un regolamento che norma i rapporti tra Agenzia Territoriale ed inquilini delle case popolari. Dopo eventuali osservazioni da parte delle organizzazioni sindacali, il documento dovrebbe entrare in vigore nei prossimi mesi.
Inoltre, è stata rammentata l’importanza da parte dei soggetti interessati (amministrazioni locali, servizi sociali, organizzazioni sindacali degli inquilini) di dare un fattivo contributo alla Regione nella revisione delle norme in materia, in particolare sulla ridefinizione degli attuali ambiti territoriali, sulla ridefinizione dei comuni ad alta tensione abitativa e sulla revisione dei requisiti che determinano i punteggi per l’accesso alla graduatoria.

Sul tavolo anche la necessità di snellimento delle procedure burocratiche ma anche i problemi legati alla morosità colpevole ed incolpevole. Sulla morosità incolpevole, la legge 3/2010 prevede un fondo di sostegno dei più deboli composto al 60% da finanziamenti regionali e dal 40% da sovvenzioni comunali. Secondo la presidenza Atc, la corretta gestione del fondo va attuata attraverso la collaborazione tra l’Atc e gli enti locali e va assolutamente mantenuto.

Durante l’incontro è stato nominato il nuovo vertice alla presidenza della “Rappresentanza della Conferenza dei Sindaci” dell’Atc Piemonte Sud passata al vice sindaco di Cuneo eletto al posto del sindaco di Asti.

L’incontro è stato presieduto dal Consiglio di Amministrazione con il presidente, il vice presidente, i consiglieri, il direttore generale, il revisore legale.
All’evento è stato anche presentato il bilancio di previsione 2018-2019-2020 dell’Atc Piemonte Sud.