alba

Mercoledì 15 marzo nella sala consigliare “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale di Alba, il Sindaco Maurizio Marello accanto al Vice Sindaco Elena Di Liddo  e agli assessori Massimo Scavino, Rosanna Martini, Alberto Gatto, Luigi Garassino, Fabio Tripaldi e Anna Chiara Cavallotto ha presentato al pubblico e alla stampa i risultati raggiunti dall’Amministrazione durante la prima parte del mandato dal 2014 al 2017, seguendo quelli che ha definito criteri di trasparenza, partecipazione, contenimento dei costi, attenzione verso i più deboli e dialogo con i quartieri.

Durante l’incontro, il Sindaco Marello ha esposto il lavoro fatto partendo da Piano regolatore generale, Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche (P.E.B.A.) e  “Scenari di rischio” del “Piano comunale di Protezione civile”. Questi ultimi già sperimentati durante l’emergenza alluvione del 24 e 25 novembre 2016.

Inoltre, la qualità e quantità dei servizi sociali resi dal Comune e dal Consorzio socio –assistenziale Alba-Langhe-Roero, invariati  e sostenuti con una spesa pari  5.300.000,00 euro per famiglie in difficoltà  e per casa,  assistenza e autonomia scolastica, anche reperendo risorse da enti privati o fondazioni bancarie.

Oltre ciò, l’impegno sulle politiche giovanili con progetti educativi per  le scuole accanto a percorsi finalizzati allo sviluppo del protagonismo giovanile, il Centro Giovani H-Zone e la riorganizzazione degli spazi del BarHzone, dell’InfoHzone e della sala prove  per renderlo  sempre più punto di riferimento per i giovani, ma anche per bambini e famiglie che frequentato i parchi adiacenti con una spesa di oltre 500 mila euro. Il lavoro fatto assieme a Caritas, Centro di prima accoglienza, Compagnia di Iniziative sociali e Consorzio socio-assistenziale per creare l’”Emporio della solidarietà”. La realizzazione di 3  mini alloggi per  l’accoglienza temporanea a nuclei in difficoltà. Le azioni per favorire l’integrazione degli immigrati e per l’accoglienza ai profughi, l’istituzione del Garante dei detenuti.

Per quanto riguarda i lavori pubblici ricordato il rinnovo dell’illuminazione pubblica in città con la sostituzione di 5.500 punti luce per 2,5 milioni di investimenti grazie ad una gara di affidamento del servizio. I grandi interventi come il completamento della ristrutturazione delle ex palestre nel Complesso della Maddalena, il restauro di piazza San Francesco, gli interventi su strade e marciapiedi per 1.571.319,31 euro, la realizzazione di due parcheggi nel quartiere viale Masera, uno in frazione San Rocco      Cherasca, uno in corso Piave e asfaltature  su 28 strade, vie e piazze cittadine per 364.792,00 euro; gli accordi per stendere reti in fibra ottica anche nelle zone non urbane, il progetto di attivazione del sistema di videosorveglianza ambientale, gli interventi sugli edifici comunali per  700.900,86 euro, la manutenzione dei torrenti  con una spesa di 181.365,98 euro, la sistemazione delle frane in strada Ghiglini, Baresane e Santa Rosalia, la cura del verde pubblico con un impegno di spesa di 411.446,00 euro solo 2017 per la cura di giardini, aree verdi e aree gioco. Inoltre,  i nuovi servizi igienici automatizzati in piazza Cagnasso, il nuovo regolamento e gli interventi e sugli impianti sportivi per 344.903,37 euro.

E poi i lavori per la scuola: la verticalizzazione per le scuole dell’obbligo con la riorganizzazione in quattro istituti comprensivi, l’avvio dei lavori per la nuova scuola media in zona Moretta, la realizzazione della sede per il Centro provinciale di istruzione per gli adulti, in corso Michele Coppino, 40/F, gli interventi sugli edifici scolastici comunali per 2.269.359,93 euro, l’impegno sulla progettazione e la valorizzazione  della cittadella degli studi e delle strutture per i giovani nell’ex caserma Govone dopo la devoluzione da parte del Demanio.

Inoltre la mobilità, con i treni diretti ogni ora per Torino dopo l’elettrificazione della tratta ferroviaria Alba – Bra, la pedonalizzazione con un’estensione partita dall’1 marzo 2017, la pista ciclabile in corso Barolo, il Piedibus e la campagna di sensibilizzazione sulla mobilità sostenibile “Come ti muovi?” e nelle scuole con il rilascio di tessere BIP gratuite per gli autobus.

Oltre a ciò, il lavoro per l’ambiente con il nuovo appalto per la raccolta rifiuti, lo Sportello Informativo Amianto, i Mini Punti Ecologici, la tartufaia naturale, il Regolamento comunale per la tutela del decoro urbano e il lavoro sul Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile – Paes e Alba Smart City. Mentre per l’agricoltura è stato realizzato il  nuovo Regolamento comunale di Polizia Rurale ed insieme all’Ente Fiera internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, è stata promossa la nascita dell’associazione “Cantine di Alba”. Per il commercio sono stati aggiornati i criteri, è stato fatto un provvedimento per l’affitto poltrona o cabina nelle attività di acconciatore ed estetica, è stato lanciato il Mercato Ambulante Europeo in collaborazione con la Fiva-Confcommercio nazionale e l’ A.C.A.– Fiva di Alba, con una prossima edizione il 9-10-11 giugno 2017.

Poi, il comparto turismo, cultura e manifestazioni con accenni al contenitore “Primavera di Alba” che ha dato amplissimo sviluppo alle manifestazioni in città da marzo a luglio, il contributo dato all’iniziativa “Tanaro libera tutti” che ha rivitalizzato l’area parco Tanaro, le due settimane in più per la Fiera del tartufo con crescita del totale dei visitatori, l’incremento delle mostre in città, l’incremento di eventi relativi alla Resistenza e alla Giornata della Memoria, la nascita del Sistema Museale Albese (SMA) con un unico biglietto per visitare Museo Civico “Federico Eusebio”, MUDI - Museo Diocesano, Centro Studi “Beppe Fenoglio”, Chiesa di San Domenico e Chiesa di San Giuseppe, le opere di manutenzione straordinaria delle sale e dell’area esterna, e le iniziative per festeggiare  il ventennale del Teatro Sociale “G. Busca”, l’ampliamento degli orari per la biblioteca, la promozione e costruzione del progetto per l’inserimento  di Alba nella lista UNESCO Creative Cities of Gastronomy, la candidatura per il riconoscimento della “cultura del tartufo” nella lista del “Patrimonio immateriale dell’umanità” promossa con le “Città del Tartufo”,  l’impegno sulle azioni promozionali del territorio svolte nell’ambito di Expo Milano 2015.

Oltre a ciò, le iniziative legate ai Gemellaggi con il coinvolgimento dei giovani attraverso lo   scambio artistico musicale con Sant Cugat e Böblingen in collaborazione con le scuole, l’accoglienza coro di voci bianche “La Sonatine” di Arlon  in collaborazione con il Civico Istituto Musicale, il progetto “Alternanza Scuola Lavoro” nelle città gemelle europee. Inoltre, il lancio del “Palio delle Città Gemelle” all’interno del Palio degli Asini e i festeggiamenti per i 30 anni di gemellaggio con Böblingen, per i 20 anni con Arlon e Beausoleil, per i 10 anni con Sant Cugat.

Poi, il lancio del contenitore iniziative “Marzo Donna. Eventi, incontri e tavole rotonde sulla figura femminile” giunto alla terza edizione.

Durante l’incontro un accenno al lavoro per le infrastrutture del territorio: il nuovo ospedale Alba – Bra in costruzione a Verduno, l’autostrada Asti – Cuneo su cui si continua a lottare e il tribunale dove si è riusciti ad attivare lo Sportello di Prossimità del Tribunale di Asti ad Alba ed il potenziamento dell’Ufficio del Giudice di Pace.

Breve cenno anche ai progetti in corso: il Palacongressi e mostre  in piazza Prunotto avviato in collaborazione con Banca d’Alba, la passerella sopraelevata sui binari tra la stazione ferroviaria e corso Banská Bystrica, il “progetto di valorizzazione della fascia fluviale del Tanaro”, il progetto di riqualificazione della linea ferroviaria Bra-Alba-Castagnole Lanze.

Una parte dedicata ai dati relativi al bilancio comunale. Il Comune ha zero debiti, la riduzione spesa corrente  - 7,4% pari a  1.728.000,00 euro e la spesa per investimenti impegnata  2014 – 2015 – 2016 è di  15.088.000,00 euro. Inoltre, la riduzione della tassa rifiuti del 5-6%  e il fondo per alleggerire l’importo agli  albesi con difficoltà.

Infine i riconoscimenti alla Città di Alba: premio “Amico del Consumatore 2016” del Codacons per gli sforzi messi in campo dall’Amministrazione sul contrasto al gioco d’azzardo e la ludopatia e il premio Legambiente per l’utilizzo dei mezzi elettrici nella raccolta rifiuti. 

In chiusura, il voto 8,40  assegnato all’Amministrazione dal ministero  dell’Economia e delle Finanze  nel 2016, al Comune sul livello qualitativo delle prestazioni e dei servizi erogati (anno di riferimento 2013) - (http://www.opencivitas.it).   

«Il lavoro dell’Amministrazione – ha ricordato il Sindaco Maurizio Marelloè il lavoro del Sindaco ma anche degli assessori, dei consiglieri, dei dirigenti e dei quasi 200 dipendenti comunali. Per questo ringrazio tutte le ripartizioni e gli uffici. Oltre, alle cose in programma sono stati realizzati anche altri progetti arrivati attraverso le sollecitazioni dei consiglieri, dei quartieri, dei cittadini. Non vi nascondo la difficoltà di questi anni di crisi ma Alba si è difesa e ha fatto anche molti passi avanti. Abbiamo affrontato i tagli statali ed il 94% delle cose fatte è stato realizzato con i soldi degli albesi. Ora la preoccupazione  dell’Amministrazione per i prossimi due anni è quella di migliorare le cose per chi fa più fatica».

Le slide della conferenza stampa sono scaricabili cliccando sul seguente link:

https://1drv.ms/p/s!An-uECiqT-J-eub4xh6O9bAn61U