INFORMATIVA AI CITTADINI AI SENSI DEL REGOLAMENTO UE 2016/679 RELATIVA ALL’UTILIZZO DI DISPOSITIVI ELETTRONICI PER LA RILEVAZIONE DI VIOLAZIONI AL CODICE DELLA STRADA

VISTI il Regolamento (UE) 2016/679 “relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (GDPR)” in vigore dal 24 maggio 2016, e applicabile a partire dal 25 maggio 2018;

il D. Lgs. 196 del 30 giugno 2003 "Codice in materia di protezione dei dati personali", come modificato dal D. Lgs. 101 del 10 agosto 2018;

VISTO il "Provvedimento generale sulla videosorveglianza" del Garante per la protezione dei dati personali in data 08 aprile 2010 ( pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 99 del 29 aprile 2010);

RICHIAMATOin particolare il punto 5.3 del "Provvedimento in materia di videosorveglianza del 08 aprile 2010, che prevede: “gli impianti elettronici di rilevamento automatizzato delle infrazioni, utilizzati per documentare la violazione delle disposizioni in materia di circolazione stradale, analogamente all’utilizzo di sistema di videosorveglianza, comportano un trattamento di dati personali e a tal fine, il garante ritiene che anche i conducenti dei veicoli e le persone che accedono o transitano in aree dove sono attivi sistemi elettronici di rilevazioni automatizzate delle violazioni devono essere preventivamente informati in ordine al trattamento dei dati personali;

DATO ATTO che l’informativa “minima” viene adempiuta attraverso il posizionamento di appositi cartelli segnalatori che il codice della strada prevede espressamente, l’obbligo di rendere nota agli utenti l’installazione degli impianti elettronici di rilevamento automatizzato delle infrazione;

SI RENDE NOTO CHE

Il Comune di Alba ha istituito l’Area Pedonale del Centro Storico costituita da:

-                          piazza Michele Ferrero

-                          via Roma, nel tratto compreso tra piazza Ferrero e via XX settembre

-                          via Vittorio Emanuele II

-                          piazza Risorgimento

-                          vicolo dell’Arco

-                          piazza Rossetti tratto compreso tra il civico 1 e 4

-                          via Manzoni

-                          via Cavour

-                          via Cerrato, dal numero civico 1 al 9

-                          via Sandro Toppino

-                          piazza Pertinace, eccetto l’area tra via Gardini , via San Giovanni e via Macrino

-                          vicolo San Giovanni

-                          piazza S. Francesco

-                          piazza Garibaldi, tratto compreso tra il civico 3, il lato nord-ovest del Liceo da Vinci e via Cavour, con possibilità di sosta lungo il lato nord a residenti e/o autorizzati)

-                          via Pertinace

-                          via Gioberti, da via XX Settembre a Via Vittorio Emanuele II

-                          via Belli, da Vicolo del Pozzo a via Vittorio Emanuele II

-                          via Paruzza, nel tratto compreso tra via Vittorio Emanuele e via Accademia

-                          via dei Mille

-                          via Ravina

-                          via Coppa

-                          via Calissano, nel tratto compreso tra via Coppa e via Vittorio Emanuele

-                          via Mandelli

-                          via Vida, nel tratto compreso tra via Coppa e piazza Rossetti

La stessa è delimitata da otto varchi elettronici per la rilevazione degli accessi dei veicoli, ai fini dell’accertamento delle violazioni delle disposizioni in tema di limitazioni del traffico veicolare:

  • Varco 1 - piazza Garibaldi
  • Varco 2 - via Cerrato civico 9
  • Varco 3 – piazza Rossetti civico 4
  • Varco 4 – via Calissano angolo via Coppa
  • Varco 5 – piazza Michele Ferrero lato via Don Alberione
  • Varco 6 – piazza Michele Ferrero lato corso F.lli Bandiera
  • Varco 7 – via Gioberti angolo via XX settembre
  • Varco 8 - via Mazzini angolo via XX settembre

Le finalità dell’installazione degli impianti è quella di ridurre fortemente gli accessi dei veicoli in transito perpetrati dai non avente diritto;

Gli stessi aderiscono pienamente ai principi espressi nel d.p.r. 250/99 come da decreti di omologazione nn. 3367/2011 – 216/2015 (sistema Valicar ZTL) rilasciati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Direzione generale per la sicurezza stradale alla società Maggioli SpA con sede in via del Carpino, n. 8 – Santarcangelo di Romagna (RN).

Il dispositivo di riconoscimento delle targhe è certificato in classe A con riferimento alla norma UNI 10772; in particolare tutti i test effettuati presso l'Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRIM – Galileo Ferraris) sono stati superati con un'accuratezza media del 99,97%. Il riconoscimento dei veicoli è in modalità free-run, quindi non richiede sensori esterni né spire magnetiche interrate. L'unità di rilevazione targhe è una telecamera digitale IP nativa in grado di produrre fotogrammi in bianco/nero ad alta risoluzione (1280x960).

E' garantito il funzionamento per 24 ore giornaliere e i dati saranno mantenuti per un periodo minimo di 7 giorni. La sincronizzazione dell'ora al varco e al server sarà effettuata in modo automatico attraverso il protocollo NTP. E' quindi assicurato l'aggiornamento all'ora solare/legale. Le immagini generate dal sistema Valicar ZTL sono marcate con firma digitale, a garanzia dell'autenticità, secondo lo standard FIPS 186-2.

Il sistema è composto dal seguente materiale:

o gruppo lettura targhe composto da telecamera specifica e illuminatore IR;

o telecamera panoramica;

o server locale di elaborazione della targa che ha oltrepassato il varco;

o sistema di trasmissione dati;

o server di registrazione e gestione;

o postazione operatore;

o software dedicato.

Il centro di controllo è composto da un server installato nel locale CED comunale e da un pc collegato al server presso l’ufficio verbali della polizia municipale;

L’accesso all’ufficio verbali è consentito al personale della Polizia Municipale autorizzato al trattamento delle immagini.

A tutela della riservatezza dei dati e per una maggiore affidabilità, il sistema di registrazione delle immagini è posizionato presso un locale chiuso all’interno del palazzo comunale, dotato di sistema antifurto ed antincendio funzionante per tutto l’edificio comunale.

L’accesso al locale di registrazione delle immagini è consentito esclusivamente al personale del settore elaborazione dati incaricato del trattamento.

Al fine di comprendere il funzionamento del varco si riporta il flusso dei dati:

- il veicolo passa attraverso un varco;

- il sistema memorizza nel proprio database interno il passaggio con i seguenti dati:

  1. ID Varco,
  2. Data e ora;
  3. Targa letta;
  4. Fotografia della targa;
  5. Fotografia ambientale fornita dalla telecamera di contesto;

- l’operatore autorizzato richiede dal centralizzatore di scaricare l’evento connettendosi al varco in modalità sicura; il software scarica l’evento senza fotografie;

- il centralizzatore verifica in automatico nella tabella dei permessi se la targa letta è autorizzata al passaggio per quel varco e in quel momento;

- se il passaggio è autorizzato, il centralizzatore ordina al varco la cancellazione dell’evento e delle fotografie correlate e il flusso dell’evento ha termine;

- viceversa se l’evento non è autorizzato il centralizzatore scarica anche le foto di quell’evento, le memorizza nel proprio database e ordina al varco la cancellazione dell’evento e delle fotografie correlate;

- l’operatore autorizzato procede alla validazione dell’evento verificando la correttezza della targa letta ed eventualmente correggendo i dati letti automaticamente;

- il centralizzatore verifica nella tabella dei permessi se la targa valicata è autorizzata al passaggio per quel varco e in quel momento;

- se il passaggio è autorizzato, il centralizzatore cancella dal proprio database l’evento e le fotografie correlate e il flusso dell’evento ha termine;

- viceversa se l’evento non è autorizzato il centralizzatore salva l’evento nella lista degli eventi da sanzionare;

- l’operatore autorizzato ordina l’esportazione dell’evento verso il software predisposto per l’emissione delle sanzioni;

SI INFORMA

Come previsto dall’articolo 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, si forniscono le seguenti informazioni:

L’attività di videosorveglianza è svolta per finalità di interesse pubblico volte alla rilevazione degli accessi di veicoli non autorizzati nell’area pedonale del Centro Storico di Alba e accertamento delle violazioni del codice della strada nei confronti dei trasgressori in transito nella zona a traffico limitato.

I dati personali, che in occasione dell'attivazione del presente servizio saranno raccolti e trattati, riguardano esclusivamente gli elementi previsti dalla normativa di settore per la predisposizione del verbale di accertamento delle violazioni, riconducibili all’identificazione del tipo di veicolo, del giorno, ora e luogo nei quali la violazione è avvenuta.

Il trattamento dei dati personali acquisiti mediante immagini viene effettuato con strumenti informatici e telematici, con le seguenti modalità: acquisizione mediante telecamere, trasmissione su linee dedicate, memorizzazione su sistema a dischi, visualizzazione presso l’ufficio verbali del Corpo di Polizia Municipale del Comune di Alba, trasmissione delle immagini relative ai passaggi non autorizzati al software predisposto per l’emissione delle sanzioni.

In particolare sono state adottate idonee misure di sicurezza per fronteggiare rischi di distruzione, perdita, modifica, accesso, divulgazione non autorizzata sistemi di autenticazione, sistemi di protezione (antivirus; firewall; antintrusione; altro) misure di sicurezza organizzativa e logistica.

Il sistema impiegato è programmato in modo da evitare l’acquisizione di immagini non pertinenti o inutilmente dettagliate ed operare la cancellazione automatica delle immagini delle registrazioni relative ai veicoli autorizzati al transito.

La registrazione delle immagini, al momento dell’accesso nelle aree dove sono attivi sistemi elettronici di rilevazioni automatizzate delle violazioni è inevitabile, pertanto il conferimento dei dati è obbligatorio qualora si transiti nell’area ripresa.  

Le immagini di contesto e sono conservate per un massimo di 7 (sette) giorni successivi alla registrazione presso il Server della Centrale Operativa del Corpo di Polizia Municipale del Comune di Alba. Le registrazioni relative ai veicoli in transito non autorizzati sono rese accessibili al soggetto interessato e vengono mantenute per la durata massima prevista dal processo sanzionatorio effettuato ai sensi del codice della strada, fatte salve speciali esigenze di ulteriore conservazione a seguito di specifica richiesta investigativa dell’autorità giudiziaria o di polizia giudiziaria

I dati raccolti sono utilizzati dal personale comunale autorizzato, sono accessibili alla società fornitrice dei sistemi di ripresa, memorizzazione e visualizzazione, per lo svolgimento di attività connesse alla efficienza e manutenzione degli impianti e sono comunicati alla ditta che si occupa dell’emissione delle sanzioni esclusivamente per finalità connesse al procedimento di contestazione delle infrazioni.

L’elenco dei soggetti esterni di cui il Comune di Alba si avvale per le operazioni di trattamento dei dati è reperibile negli atti di affidamento delle forniture e dei servizi.

Il trattamento comporta l'attivazione di un processo decisionale automatizzato (verifica in automatico nella tabella dei permessi se la targa letta è autorizzata al passaggio per un determinato varco in un  determinato momento).

In ogni momento l’interessato potrà esercitare i suoi diritti, ai sensi degli art. 15-22 del Regolamento (UE) 2016/679, riguardanti la richiesta di ulteriori informazioni, l'accesso ai propri dati personali, la rettifica o la cancellazione degli stessi ovvero la limitazione  o l’opposizione  al trattamento, mediante contatto diretto o presentando apposita istanza ai soggetti di seguito indicati:

Soggetto Dati anagrafici Telefono E.mail
Titolare del Trattamento Comune di Alba 0173292211 comune.alba@cert.legalmail.it
Responsabile interno (Comandante P.M.) Dr. Antonio Di Ciancia 0173 33664 a.diciancia@comune.alba.cn.it
DPO (Responsabile Protezione Dati) Avv. Alberto Rissolio 0173292453 a.rissolio@comune.alba.cn.it

Il Comune di Alba, provvede ad affiggere un’adeguata segnaletica permanente nelle aree in cui sono concretamente posizionate le telecamere a mezzo di appositi cartelli raffiguranti una telecamera stilizzata e recanti la dicitura: “AREA VIDEOSORVEGLIATA” la registrazione è effettuata dalla Polizia Municipale per fini di Polizia Stradale”.

Il presente avviso in formato integrale viene pubblicato nel sito Internet del Comune

http://www.comune.alba.cn.it/uffici-e-serviziorari/uffici-e-servizi-legali/polizia-municipale/ztl/64-servizi-di-polizia-municipale/polizia/2709-area-pedonale-varchi-elettronici

Il medesimo avviso potrà essere integrato o modificato con successivo provvedimento, in caso di variazione delle condizioni di applicazione.

Alba, novembre 2018