Ravvedimento operoso

Chi non ha versato i tributi entro le scadenze stabilite può ovviare a tale ritardo utilizzando l'istituto giuridico del ravvedimento operoso, disciplinato dall’art. 13 D.Lgs. 18/12/97, n.472, e s.m.i.

Il Ravvedimento operoso consente al contribuente di pagare l'imposta dovuta con una piccola sanzione, ridotta rispetto alla sanzione normale, oltre agli interessi sulla base del numero di giorni di ritardo.

Il ravvedimento operoso è utilizzabile solo se la violazione non è già stata contestata e comunque non siano iniziate attività amministrative di accertamento delle quali il contribuente abbia avuto formale informativa.

In caso di ravvedimento, le sanzioni e gli interessi vanno versati sommandoli all'imposta e quindi con lo stesso codice tributo, barrando la casella “ravv” sull’F24.

Ci sono quattro tipologie di ravvedimento per omesso versamento:

  •     Ravvedimento Sprint: prevede la possibilità di sanare la propria situazione versando l'imposta dovuta entro 14 giorni dalla scadenza con una sanzione dello 0,1% giornaliero del valore dell'imposta più interessi giornalieri calcolati sul tasso di interesse legale.
  •     Ravvedimento Breve: applicabile dal 15° al 30° giorno di ritardo, prevede una sanzione fissa del 1,5% dell'importo da versare più gli interessi giornalieri calcolati sul tasso di interesse legale.
  •     Ravvedimento Medio: è applicabile dopo il 30° giorno di ritardo fino al 90° giorno, e prevede una sanzione fissa del 1,67% dell'importo da versare più gli interessi giornalieri calcolati sul tasso di interesse legale.
  •     Ravvedimento Lungo: è applicabile dopo il 90° giorno di ritardo, ma comunque entro i termini di presentazione della dichiarazione relativa all'anno in cui è stata commessa la violazione. Prevede una sanzione fissa del 3,75% dell'importo da versare più gli interessi giornalieri calcolati sul tasso di interesse legale.

L’Ufficio Tributi del Comune di Alba è comunque a disposizione per fornire tutte le informazioni necessarie al fine della corretta applicazione del "ravvedimento operoso".